Sgarbi contro Conte

10

Rona, 4 nov. (AdnKronos) – Vittorio Sgarbi interviene sullo , cui è stato impedito di accedere al Policlinico di Palermo per l’omaggio alle vittime in Sicilia. “E’ un gravissimo strappo istituzionale in un momento di tragedia e lutto dove tutte le forze devono mostrarsi unite – dice Sgarbi – Il dandy vice presidente del Consiglio è circondato, come un cantante pop, di bodyguard di Stato che impediscono al presidente della Regione, che gli è superiore in senso gerarchico e che è il responsabile di una regione autonoma, di andare al policlinico dove ci sono morti e feriti per lasciare la scena a Conte, vice di se stesso. Non è un fatto formale né di protocollo, ma una totale mancanza di coscienza delle istituzioni come se l’impegno di assistenza e di soccorso non toccasse in prima istanza al presidente della Regione”. “Questo episodio – accusa ancora Sgarbi – mostra una gravissima inadeguatezza dello pseudo presidente del Consiglio e induce a sollecitarne le dimissioni perché chi sbaglia sulle forme non può non sbagliare sulla sostanza”.