Shedir Parma di Sorrento, decreto di sequestro nonostante l’accordo con l’Agenzia delle Entrate

845

A Shedir Pharma Srl. di Piano di Sorrento, nel Napoletano, e a Umberto Di Maio, suo legale rappresentante, è stato notificato un decreto di sequestro preventivo emesso dalla procura di Torre Annunziata dopo indagini nate da una verifica fiscale condotta dalla Guardia di Finanza di Napoli, relativa ai periodi di imposta 2013, 2014 e 2015. Ne dà notizia una nota del Shedir Pharma Group. Il sequestro riguarda beni per oltre un milione di euro, equivalente all’ammontare delle imposte sui redditi e sul valore aggiunto per gli inquirenti oggetto di evasione fiscale. Il gruppo Shedir specifica nella nota che, in relazione all’annualità 2013, il 16 maggio scorso ha concluso un accordo di adesione con l’Agenzia delle Entrate ed ha provveduto ad accantonare nel bilancio di questo anno l’importo complessivo 622 mila euro, nelle voci passività fiscali corrent e altre passività correnti’, quale totale di imposte, Iva e relative sanzioni ed interessi; e ha inoltre contabilizzato l’ulteriore importo di 679mila euro a copertura del rischio di natura fiscale relativo agli esercizi successivi al 2013. Il 29 novembre scorso, poi, Shedir Pharma S.r.l. definiva in adesione le annualità 2014 e 2015 per un importo totale di 662mila euro, importo che aveva capienza nel fondo rischi precedentemente accantonato. “Oltre alla notifica del citato provvedimento di sequestro non sono stati notificati alla società o alle sue controllate ulteriori provvedimenti o accertamenti integrativi. Ora i legali porteranno all’attenzione del pm l’accordo con l’Agenzia delle Entrate e l’esito positivo delle ulteriori attività ispettive. Il provvedimento di sequestro non ha in alcun modo inciso sulla normale operatività aziendale.