Shipping, Mattioli e Boccia lanciano ‘Confindustria del Mare’

44
in foto Mario Mattioli

È il momento di dare vita ad una Confindustria del Mare, che raggruppi, sotto il cappello della confederazione di Viale dell’Astronomia, tutte le associazioni che già ne fanno parte e che a vario titolo fanno riferimento ad attività industriali legate all’ambito marittimo. Lo ha annunciato il Presidente di Confitarma Mario Mattioli, in occasione dell’assemblea pubblica dell’associazione a Roma. “Dobbiamo dare una voce forte e unitaria alle componenti industriali del nostro mare: armamento, terminal portuali, logistica, navalmeccanica, nautica e pesca – ha detto Mattioli -. Confitarma, con le altre associazioni confindustriali del settore Assiterminal, Assologistica, Assonave, Ucina e Federpesca, è pronta a costruire il primo nucleo industriale della ‘blue economy’ di Confindustria, che si candida fin d’ora ad essere il punto di riferimento per la futura strategia marittima e logistica al servizio del Paese”. Progetto in cui è impegnata direttamente la stessa Confindustria, come ha confermato il presidente Vincenzo Boccia: “Siamo d’accordo con Confitarma per dare vita ad una grande Confindustria del Mare e sviluppare al massimo grado la ‘blue economy’, in un Paese che è un grande porto naturale, avvantaggiato dalla sua posizione centrale tra Europa e Mediterraneo, aperto a est e a ovest. Un Paese che, per progredire, ha bisogno di infrastrutture, di aprire cantieri e non di chiuderli, di realizzare una grande politica per la crescita”.