Shopping della moda, a Napoli il maggior numero di imprese

46

In Italia shopping di moda in circa 91 mila imprese: prime Napoli, Roma, Milano, Bari, Torino e Salerno. Più imprese legate all’abbigliamento e ai saldi di questi giorni a Napoli (9.206), Roma (8.403), Milano (3.518), Bari (2.778), Torino (2.589), Salerno (2.429). Anche Palermo supera le 2 mila imprese, a seguire Caserta, Firenze e Catania. Emerge da un’elaborazione dell’Ufficio Studi, Statistica e Programmazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Registro Imprese al terzo trimestre 2019. Prato ha una maggiore presenza di boutique col 47% dello shopping di moda del territorio, rispetto al 35% italiano, seguita da Grosseto, Campobasso, Biella, Pordenone, Udine. Tra le lombarde prima Lecco col 37%. Per abbigliamento bimbi maggiore diffusione a Matera col 14% rispetto al 7% nazionale, seguita da Lecce, Enna, Foggia. Per biancheria intima prima Rovigo col 22% rispetto al 10% nazionale, seguita da Campobasso, Reggio Emilia e Monza.
Per le pellicce prima Firenze col 2,3% rispetto allo 0,5% nazionale, seguita da Biella e Varese. Tra le prime lombarde anche Lodi. Per cappelli prima Aosta col 3,7% rispetto a 1,3% nazionale, davanti a Siena, Gorizia, Venezia, Lodi, Como, Alessandria e Varese. Per calzature prima Firenze col 15% rispetto al 3% nazionale, seguita da Venezia, Siena, Rimini. Prime lombarde sono Milano e Lodi. Addetti in boutique, 259 mila in Italia e 63 mila in Lombardia. Prima Milano con 45 mila, poi Napoli con 19 mila, Roma con 17 mila, Torino, Bari e Padova con circa 7 mila, a seguire Cuneo e Firenze con 5 mila. In regione Lombardia, dopo Milano, si trovano Brescia (3.550), Bergamo (3.300), Varese (2.256) e Pavia (2.021).