Sicurezza, 48 telecamere nel centro di Napoli: ecco il progetto della Regione

45
 
Quarantotto telecamere nella zona dei decumani, quella a più alta concentrazione di turisti a Napoli, con un finanziamento di 1.200.000 euro ma anche “un milione di euro per altri 35 apparecchi nel Rione Sanità”. Così il presidente della giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca ha illustrato oggi il progetto “Turismo e sicurezza” messo in atto dalla Regione. 
“Siamo in prima fila – ha detto De Luca – e siamo pienamente impegnati sul contrasto alla delinquenza organizzata. Abbiamo un sistema di controllo pienamente attivo per 24 ore al giorno che va da Forcella a via Toledo a via Mezzocannone e Duomo fino a Piazza Cavour, su via Tribunali e Porta Capuana”. 
De Luca ha spiegato che si tratta di un “sistema di tecnologia avanzata e tutte le telecamere sono collegate con le tre centrali operative della questura, dei carabinieri della polizia municipale. Ã uno sforzo importante che facciamo per la sicurezza per la parte di nostra responsabilità e intendiamo lavorare per estendere quasi dappertutto la video sorveglianza per il contrasto a forme di delinquenza organizzata e microdelinquenza”. 
Il progetto prevede anche la fornitura alla polizia di due telecamere mobili e comprende tre anni di manutenzione e un anno di connettività, ma De Luca ha precisato che “l’impegno della Regione sarà rinnovato”.
Il bando di gara per la videosorveglianza al Rione Sanità, dove negli ultimi giorni si è verificata l’ennesima “stesa” con ragazzi che sparavano dagli scooter, prevede invece l’istallazione di 13 telecamere e 22 rilevatori di targa.