Sicurezza nei pagamenti digitali: sarà la fine del contante?

146

Pagare senza contanti, bancomat, carte di credito o di debito? Non è il futuro, ma è già presente. Aumenta ogni giorno nel mondo il numero di transazioni che si possono fare senza alcun supporto fisso nelle proprie mani. Sistemi sempre più sicuri e utilizzati su larga scala, ormai, anche da istituzioni e aziende.

Il motivo principale è quello che muove da sempre i mercati: la convenienza e la velocità. Che si tratti di pagamenti online, scanner facciali o impronte digitali, sono diversi i supporti, a partire dagli onnipresenti smartphone, che consentono forme di pagamento di questo genere, ampiamente diffuse a partire dagli Stati Uniti, ma ora pure in Europa.

Contante Mon Mour – Il motivo principale che fa essere tendenzialmente “freddi” verso queste forme di pagamento è l’aspetto della sicurezza. Soprattutto in Italia, uno dei paesi occidentali dove il legame nei confronti del contante è ancora molto forte. A certificarlo, poche settimane fa, è stato l’ultimo studio del Ministero dell’Economia che ha diffuso la nuova analisi relativa al 2019 del Comitato per la sicurezza finanziaria (il Csf) presieduto dal direttore generale del Mef, Alessandro Rivera. Il report conferma, anche per quest’anno, che l’Italia resta ai primissimi posti nell’Unione Europea per l’uso del contante. Le Regioni che, in assoluto, restano legate alla carta moneta sono, soprattutto, quelle del Meridione. I primi quattro posti sono occupati, secondo il rapporto del Cef, da Calabria, Abruzzo, Molise e Campania.

Fonte: Pxhere Licenza: CC0 1.0

Qualcosa lentamente sta cambiando anche in Italia. Soprattutto tra i giovani e grazie agli aumentati livelli di sicurezza delle transazioni digitali tra pagamenti istantanei, identità digitale e blockchain. Qualche dritta per evitare la maggior parte dei rischi è possibile darla, in modo da essere ragionevolmente sicuri della propria esperienza di pagamento digitale.

I metodi di pagamento sicuri sono infatti tanti al giorno d’oggi, ma per stare alla larga dai truffatori bisogna innanzitutto accertarsi che il sito web su cui ci troviamo utilizzi dei sistemi di sicurezza che, come le aziende dell’e-gaming, trattando i dati in maniera criptata attraverso la tecnologia dei generatori di numeri casuali, riescono a garantire un adeguato livello di privacy per le informazioni sensibili relative a carte e conti corrente. L’industria del e-gaming e dell’e-shopping sono all’avanguardia in questo ambito, per questo, per non avere brutte sorprese l’ideale sarebbe quello di affidarsi ai più noti operatori del settore.

BONIFICI ISTANTANEI – Anche a livello internazionale ci sono nuovi strumenti di sicurezza. Su questo l’Unione Europea, anche attraverso la propria Agenda Digitale, è all’avanguardia. Un esempio è quello entrato in vigore un paio di anni or sono in 34 Nazioni del circuito SEPA, vale a dire la “Single Euro Payments Area”, un’area comune in cui imprese, istituzioni e cittadini possono ricevere o eseguire pagamenti in Euro con condizioni di base, obblighi e diritti identici tra i vari Paesi. Dentro SEPA è attivo il cosiddetto sistema SCT Inst Scheme che consente trasferimenti tra conti correnti 365 giorni all’anno e in meno di 10 secondi. Il bonifico istantaneo, oltre a essere molto sicuro perché estremamente difficile da intercettare dall’esterno, sta già modificando le strategie commerciali di banche, rivenditori online e clienti finali.

Fonte: Wikimedia Autore: Christina Johnson Licenza: CC BY-SA 4.0

FUTURO – Per il prossimo futuro c’è da aspettarsi che l’evoluzione nei pagamenti online, più veloci e più sicuri, subisca un’ulteriore accelerazione. Gli esperti del settore si stanno concentrando in modo particolare su realtà come la biometria (e quindi scanner d’impronte digitali, riconoscimenti vocali o facciali), oltre a realtà virtuale, intelligenza artificiale e soprattutto blockchain. Le caratteristiche di quest’ultima, in materia di trasparenza e sicurezza, la rende la miglior garanzia per la realizzazione di una tecnologia capace di garantire sempre di più pagamenti semplici, veloci, convenienti e sicuri mantenendo la gestione dell’identità e dei propri soldi saldamente nelle uniche mani del clienti.

La prossima generazione di pagamenti, quindi, è ormai dietro l’angolo. Per questo è bene essere preparati, magari sfruttando le occasioni di maggiori conoscenze di carattere finanziario che nel prossimo mese di ottobre arriveranno in molte città d’Italia.

Perché conoscere in anticipo il futuro vuole dire iniziare già a viverlo.