Sindacati e imprese: “Accelerare su rinnovo somministrazione”

24

Roma, 6 lug. (Adnkronos/Labitalia) – Accelerare la ‘partita’ sul rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro della somministrazione. E’ il messaggio che è arrivato oggi da sindacati e imprese al convegno di presentazione del secondo rapporto sul benessere e sulla qualità della vita lavorativa dei lavoratori in somministrazione di Ebitemp, tenutosi a Cnel.

Bisogna “Riprendere immediatamente il tavolo -ha spiegato il segretario generale aggiunto della Cisl, Luigi Sbarra- per rinnovare il contratto collettivo della somministrazione. Più spazi lasciamo come parti sociali, più il tentativo è di invadere l’autonomia del sistema bilaterale con interventi regolatori e di legge che molte volte producono danni”.

Un intervento che ha trovato subito la sponda di Alessandro Ramazza, presidente di Assolavoro, l’associazione nazionale di categoria delle agenzie per il lavoro. “Noi con i sindacati da vent’anni a questa parte abbiamo un ottimo rapporto -ha spiegato- e abbiamo costruito un sistema fatto di enti bilaterali e la ricerca di oggi spiega quanto sia importante per i lavoratori. Noi siamo interessati a ‘chiudere’ il rinnovo del contratto. Noi conosciamo -ha concluso- la situazione dei lavoratori e vogliamo migliorarla”.

Secondo Claudio Treves, segretario generale della Nidil Cgil, “questa è una trattativa che dura da troppo tempo: noi abbiamo mandato la piattaforma a febbraio 2017 e secondo noi si è perso troppo tempo. Adesso è in programma una ‘tre giorni’ continuativa con Assolavoro e ci auguriamo che i passi avanti fatti recentemente possano portare alla chiusura rapida del contratto”.

E per Ivana Veronese, segretario confederale della Uil la “speranza è che la ripresa della trattativa la prossima settimana porti a un rinnovo rapido del contratto”.