Sirena Digitale, da Federico II e Cnr ologrammi per il patrimonio musicale partenopeo

57

Il 23 ottobre, alle ore 11.30, presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) si terrà la conferenza stampa del progetto di ricerca Sirena Digitale, un prototipo olografico di un’artista interattiva che, sotto forma di ologramma, interpreta il repertorio della canzone classica napoletana in versioni multilingue. Grazie al canto della Sirena Digitale è possibile ascoltare tracce musicali e diverse interpretazioni dei classici della canzone napoletana, proposti nelle versioni in lingua originale, in inglese e in cinese mandarino. La presentazione innovativa dei contenuti consente di valorizzare il patrimonio artistico della Campania.In particolare, attraverso le tecnologie digitali messe in campo (che consentono una modalità di fruizione dei materiali artistici, presentati come audio, video e sotto forma di ologramma) sono stati riproposti contenuti artistici e culturali partenopei, dall’antichità alla post-modernità, che coniugano tradizione e innovazione, con particolare attenzione al mito e al culto della Sirena Partenope, in una reinterpretazione iconografica che richiama l’immaginario cinematografico, i mondi dell’arte, della cultura e della musica napoletana e internazionale. Sirena Digitale è promosso dal Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e dall’Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche, in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, il Centro di produzione RAI Campania e con il Mann, nell’ambito del progetto REMIAM – Reti Musei intelligenti ad alta multimedialità del Distretto DATABENC, finanziato dalla Regione Campania.