Smart education a Città della Scienza, giovedì iniziano i 3 giorni per la scuola

56

Tre giorni per la scuola a Città della Scienza: parte giovedì 9 ottobre alle 9,30 la XII edizione della Convention Smart education & technology days, il principale evento di incontro e Tre giorni per la scuola a Città della Scienza: parte giovedì 9 ottobre alle 9,30 la XII edizione della Convention Smart education & technology days, il principale evento di incontro e riflessione della scuola sulla didattica innovativa realizzato in Italia, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e da Città della Scienza, in collaborazione con la Direzione USR per la Campania. Un appuntamento annuale dedicato ai docenti e dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado, agli studenti, educatori e formatori che hanno l’opportunità di confrontarsi con istituzioni, realtà associative e professionali, aziende produttrici di beni e servizi per il mondo della scuola, della didattica e della formazione. La convention Una mostra-convegno che affianca a una vasta area espositiva, un articolato programma di incontri su temi di grande attualità e interesse scientifico: • la Parola alle Scuole: una rassegna dei progetti realizzati a scuola e presentati dai docenti; • il PIC NIC della Scienza e della Tecnologia: un momento creato dai ragazzi per i ragazzi, che dimostrano il lavoro svolto;* • eventi, workshop, conferenze e laboratori di innovazione didattica del PON SCUOLA; • area Espositiva: Istituzioni, Enti di ricerca, Università, aziende, editori, strutture ricettive e associazioni propongono la loro offerta. All’interno della convention ci saranno il Salone delle Tecnologie con la partecipazione delle aziende leader nel settore tecnologico ed editoriale; Smart Orienta, le opportunità offerte in raccordo con il mondo del lavoro, delle professioni, dei mestieri, della ricerca e dell’università; la Scuola in Viaggio: una sezione dedicata al turismo scolastico. I temi dell’edizione 2014 Cinque aree tematiche e due mostre nel corso della 3 giorni a Bagnoli. Le due mostre saranno “Archimede e le sue idee: un museo itinerante” e “Mostra sulla nave oceanografiche Tarà”, rispettivamente realizzata dagli insegnanti e dagli studenti dell’IISS “Charles Darwin” di Roma in collaborazione col Dipartimento di Matematica dell’Università di Roma Tor Vergata, la prima, ed a cura della Stazione Zoologica “Anton Dohrn”, la seconda. Entrambe le mostre vertono su alcune delle tematiche proposte nel corso della manifestazione: • Verso la “smart school”: luogo di conoscenza, sperimentazione, crescita, inclusione e innovazione. Le attività realizzate nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale, le buone pratiche per il miglioramento delle competenze, della qualità e dell’attrattività dei sistemi educativi e formativi. • Scuola e Impresa: insieme ai giovani verso l’Europa del Futuro. Tutte le opportunità offerte in raccordo con il mondo del lavoro, delle professioni, dei mestieri, della ricerca e dell’università. • Il Mare una risorsa da rispettare: in preparazione della XXVIII edizione di FUTURO REMOTO un viaggio tra scienza e fantascienza, che sarà dedicato al tema della ricerca italiana ed europea sul mare, gli oceani e il loro ruolo nella vita del pianeta e delle comunità umane. • Erasmus Plus: i programmi, le azioni e le opportunità per la Scuola e per i giovani finanziati dall’Unione Europea con la nuova programmazione comunitaria HORIZON2020. • L’educazione ai corretti stili di vita: la sostenibilità ambientale, l’educazione alimentare, la promozione della cultura della sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro. Gli eventi Tantissimi gli eventi proposti, ecco quelli più significativi in programma: Garr -la rete nazionale a banda ultralarga dedicata al mondo dell’istruzione e della ricerca che offre connettività ad altissime prestazioni e permette collaborazioni multidisciplinari tra studenti, docenti e ricercatori di tutto il mondo- lancia il progetto Garr-X Progress per il potenziamento strutturale nelle Regioni della Convergenza (Campania, Calabira, Sicilia e Puglia) finanziato dal MIUR nell’ambito del Piano di Azione e Coesione. L’obiettivo è realizzare una rete di nuova generazione completamente in fibra ottica dando vita a un’infrastruttura digitale integrata sul territorio delle 4 Regioni con un ambiente collaborativo all’avanguardia per il calcolo e l’archiviazione distribuito, a beneficio della comunità della Ricerca, dell’Università e della Scuola, e degli attori pubblici e privati presenti sul territorio. Il progetto comprende un piano di formazione destinato a varie figure sia tecniche che manageriali al fine di diffondere le competenze necessarie ad utilizzare al meglio il potenziale dell’infrastruttura. Hoc-Lab è un laboratorio multi-disciplinare del Dipartimento di Elettronica e Informazione del Polo di Como del Politecnico di Milano, specializzato nello sviluppo di metodologie e strumenti per la comunicazione multimediale, con particolare attenzione ai settori dei beni culturali e della scuola. Nel campo della didattica supportata dalle tecnologie, HOC-LAB ha erogato servizi che hanno coinvolto più di 60.000 studenti di 3 continenti. Alla Smart Education Hoc-Lab- quale partner ufficiale di EXPO2015 per il “Progetto Scuola”- presenta PoliCulturaEXPO2015, una competizione basata sullo storytelling digitale in italiano e in inglese. HOC-LAB è inoltre partner del “visionary team” di Mozilla per la diffusione dei Badge nell’educazione formale e informale. Tabby TRIP in EU un progetto europeo per la prevenzione del rischio dal cyberbullismo e cyber vittimizzazione che ha visto la realizzazione del videogioco educativo “Tabby Plays: cyberbullying gameover”, realizzato dall’Istituto “ I .I.S.S. Francesco Saverio Nitti di Napoli ”. Il videogioco educativo “Tabby Plays: cyberbullying gameover” persegue il cambiamento negli atteggiamenti degli adolescenti nei confronti del cyberbullismo e favorisce l’acquisizione di strategie adeguate al corretto utilizzo della rete. Esso simula la vita reale degli adolescenti, i quali all’interno dell’ambiente virtuale di gioco possono interagire con gli altri giocatori e con gli insegnanti Il videogioco, consente di monitorare i progressi ottenuti dagli studenti nel gioco, e di ottenere un feedback relativo al loro processo di apprendimento. Il progetto Ludoteca .it promosso dal Registro .it, dell’Istituto di Informatica del Cnr il cui obiettivo è diffondere tra i bambini delle scuole primarie l’utilizzo consapevole e sicuro della Rete. Beatrice Lami e Giorgia Bassi -rispettivamente coordinatrice e coorganizatrice dei cicli formativi illustreranno il progetto e presentaranno i dati raccolti nell’anno scolastico 2013/2014 in circa 80 classi di scuole primarie e secondarie di primo grado, utili per capire il rapporto dei ragazzi con internet e le nuove tecnologie.