Smart Grid, reti ad alta tensione al Sud: bando Mise da 120 milioni

78


Un budget di 120 milioni di euro, a valere sulle risorse dell’asse Efficienza Energetica del Pon Imprese per la realizzazione di interventi sulla rete di trasmissione di energia elettrica in alta ed altissima tensione strettamente connessi agli interventi sulle reti di distribuzione reti intelligenti di trasmissione dell’energia (Smart Grid). A metterli a disposizione è la Direzione generale per il Mercato elettrico, le rinnovabili, l’efficienza energetica e il nucleare del ministero dello Sviluppo economico per progetti da realizzare in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Gli incrementi dovranno consentire l’incremento della quantità di energia immessa in rete derivante da impianti di generazione a fonti rinnovabili connessi alla rete di distribuzione e ridurre le criticità attuali e potenziali presenti sulla rete di trasmissione At/aat, causate dall’aumento della generazione da fonti rinnovabili sulle reti di distribuzione.

Contributi
L’ammontare dell’agevolazione che potrà essere concessa per ciascun progetto è compresa tra 1 milione e 50 milioni di euro.

Le proposte
Le proposte progettuali dovranno pervenire esclusivamente da Terna Spa, concessionario per le attività di trasmissione e dispacciamento dell’energia elettrica nel territorio nazionale, e prevedono la realizzazione di interventi volti ad ottimizzare il sistema di trasporto dell’energia nelle Regioni meno sviluppate attraverso l’aumento della capacità di trasmissione, da un punto all’altro della rete di trasmissione stessa e tra questa e le reti di distribuzione, di tutte quelle informazioni indispensabili per il corretto svolgimento dell’attività di gestione attiva della rete elettrica e di dispacciamento; interventi volti alla prevenzione di strozzature e congestioni nelle interconnessioni tra rete di trasmissione e reti di distribuzione e sulla rete di trasmissione stessa; l’ottimizzazione del trasporto di energia elettrica, in modo da consentire un migliore utilizzo della capacità di transito degli elettrodotti esistenti; l’aumento della quantità di energia elettrica immissibile in rete, proveniente dagli impianti Fer, proseguendo, nel contempo, ad esercire la rete stessa in condizioni di sicurezza.

Interventi ammessi
I progetti potranno prevedere la realizzazione di interventi di costruzione, adeguamento, efficientamento e potenziamento di infrastrutture elettriche per la trasmissione strettamente complementari ad interventi sulla rete di distribuzione, finalizzati ad incrementare direttamente la quota di fabbisogno energetico coperto da generazione distribuita da fonti rinnovabili.

Scadenza
Le manifestazioni di interesse dovranno essere presentate dal 5 luglio 2017 al 4 agosto 2017.

SCARICA IL BANDO
http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/normativa/Invito-Manifestazioni-Interesse-Trasmissione-PON-IC_linea-4-3-1.pdf

TABELLA
Risorse
120 milioni di euro
Fonte di finanziamento
Asse Efficienza Energetica del Pon Imprese
Contributi
Compresi tra 1 milione e 50 milioni di euro a progetto
Regioni interessate
Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
Apertura del bando
5 luglio 2017
Chiusura del bando
4 agosto 2017