Smartphone e applicazioni: come gestire un conto corrente online

68

Il processo di digitalizzazione è in corso già da qualche anno, ma negli ultimi tempi stiamo assistendo ad una brusca accelerata del fenomeno. Oramai con il nostro smartphone facciamo di tutto, e quello che una volta era un semplice telefono, oggi è diventato un fedele alleato per mille compito. Foto, musica, navigazione satellitare e social network sono sicuramente le funzionalità più gradite agli utenti, ma stanno prendendo sempre più piede anche le operazioni finanziarie. Per rendere possibile ciò, molti istituti di pagamento propongono proprio un conto corrente associato ad un’app che ne permette la gestione.

Le imprese e i conti correnti online

Sembra che finalmente anche il mondo delle imprese stia capendo la forza e il potere della digitalizzazione, ma soprattutto i benefici che questa può portare nella quotidianità aziendale. Il contesto dei servizi finanziari nel mondo business risultava molto spesso inadeguato alle reali necessità, sicuramente più complesse del semplice utente consumer. Il panorama di offerte in tal senso, destinate alle Pmi e ai professionisti in generale, è sempre stato piuttosto variegato, ma difficilmente in grado di comprendere i repentini cambiamenti della nostra società moderna e le nuove esigenze ad essi collegate.

Per questi motivi le imprese puntano oggi maggiormente sui conti correnti aziendali online, più versatili rispetto a quelli tradizionali. Anche in questo senso ovviamente le offerte sono numerose, ed ognuna ha le sue personali peculiarità. Tutte però hanno in comune la comodità di poter essere gestite con un “semplice” smartphone, come confermato dalle recensioni su Qonto. Attraverso un’applicazione infatti, si ha la possibilità di accedere a tutte le funzionalità tipiche di un conto online, ovviando all’inadeguatezza di quelli vecchio stampo.

Conti correnti aziendali online: come funzionano?

Come anticipato, ogni conto corrente online aziendale ha delle sue precise caratteristiche che li differenzia sul mercato. Il meccanismo alla base però, è molto simile tra tutti. Innanzitutto troviamo la possibilità di accedere attraverso due strumenti che oramai sono il pane quotidiano di ogni libero professionista, ovvero smartphone e computer. Una volta aperti i conti infatti, basterà effettuare il login con le proprie credenziali, e sarà possibile svolgere qualsiasi operazione che fino a non molti anni fa richiedeva la presenza di un operatore allo sportello bancario. Per quanto riguarda le app per i telefoni, queste sono solitamente sviluppate sia per sistemi operativi Android che iOS, a seconda del modello di smartphone.

Ciò che accomuna queste applicazioni, è la facilità d’uso ottenuta grazie ad interfacce grafiche appositamente realizzate. Per un’impresa il tempo è denaro, e questo non deve essere sprecato in attività inutili o comunque infruttuose. Per questo motivo, sarà possibile consultare il saldo, la lista movimenti, disporre bonifici singoli o multipli, e molto altro ancora, a seconda delle proprie esigenze, e direttamente con il proprio device. Altro aspetto che contraddistingue la declinazione online dei conti correnti, è la possibilità di concedere un accesso personalizzato a più utenti, magari dipendenti e collaboratori aziendali. Così facendo, questi potranno svolgere in autonomia le operazioni basilari, senza gravare di infinite richieste il titolare dell’azienda, che potrà dedicarsi a mansioni ben più importanti.

Per ogni utente quindi, è solitamente possibile definire quali sono le operazioni che potrà svolgere, a seconda del suo grado di responsabilità all’interno dell’impresa. Altrettanto comoda ad esempio, è la possibilità che alcuni conti lasciano di caricare i giustificativi di spesa, come le ricevute o gli scontrini di acquisti effettuati per necessità aziendali. In alcuni casi è addirittura possibile farlo scattando una foto alle prove di acquisto direttamente con lo smartphone, rendendo operazioni che un tempo erano lunghe e noiose, un vero e proprio gioco da ragazzi.