Smau Londra: otto startup campane tra i protagonisti della prima edizione

232

di Paola Ciaramella

Arrivano dalla Campania otto delle quaranta startup italiane protagoniste di Smau Italy RestartsUp in London, appuntamento organizzato in collaborazione con ICE – Italian Trade Agency per favorire l’avvio di nuove relazioni commerciali, partnership e connessioni con l’ecosistema dell’innovazione londinese. Per la prima edizione dell’evento, in programma dal 2 al 4 maggio, sono state selezionate giovani realtà attive soprattutto nei settori in cui c’è maggiore interesse da parte del mercato britannico – Fintec, Life Science, Artificial Intelligence, Agrifood, Smart Manufacturing –, provenienti anche da Emilia-Romagna, Liguria, Sicilia e Veneto. Originarie del territorio campano Greentronics, che progetta, produce e distribuisce prodotti elettronici di potenza nel settore del risparmio energetico per sistemi di illuminazione e riscaldamento, in quello delle energie rinnovabili (sistemi modulari fotovoltaici per l’autonomia energetica) e dell’elettronica di consumo (energizzatori di recinzione e caricabatterie/desolforatori per la rigenerazione delle batterie al piombo); Epoché, che ha messo a punto un orologio smart dal design classico, dotato di un display invisibile che, grazie a una tecnologia ibrida sviluppata nei laboratori dell’azienda, consente di visualizzare le notifiche in arrivo sullo smartphone; Hearth, una piattaforma digitale per la creazione di microeventi geolocalizzati, pensata per permettere a territori, imprese e attività commerciali di espandere il proprio mercato. E ancora, Immensive, che sviluppa applicativi di realtà virtuale immersiva e realtà aumentata per semplificare processi produttivi e progettuali di aziende e studi di progettazione, rivolgendosi a vari settori (Architettura, Ingegneria, Marketing, Beni Culturali e del Turismo, Medicale); Joykos, che ha realizzato Kard, un nuovo modo per scambiare e gestire i contatti di lavoro sostituendo i biglietti da visita cartacei e creando un social address book per il business; Natural Intelligent Technologies (NITe), che ha sviluppato la prima tecnologia italiana basata sull’intelligenza artificiale, brevettata negli Stati Uniti e in Italia e in attesa di brevetto in Europa e Israele, in grado di leggere, cercare e analizzare la scrittura a mano libera in documenti digitali indipendentemente dallo scrittore, dall’alfabeto e dalla lingua. Infine Roll Studio, pluri-premiata creative digital production agency specializzata nella creazione di soluzioni web, mobile e installazioni interattive, e Tolemaica, startup che presenta OwnClick, un servizio veloce ed economico di datacertazione delle fotografie attraverso il rilascio di un elemento probatorio con valore legale. “La Campania è presente anche in questa nuova tappa internazionale dell’affermato roadshow targato Smau – ha dichiarato l’assessore regionale all’Innovazione Valeria Fascione –. E lo fa con una bella rappresentanza di giovani realtà che si distinguono per creatività, nuove tecnologie e attenzione al nostro patrimonio culturale. Come amministrazione regionale abbiamo puntato sempre moltissimo sulle opportunità offerte dalla collaborazione e dal networking internazionale, allacciando rapporti con i più importanti hub e mercati di innovazione. Ricordo il nostro lungo e consolidato rapporto con la Cina che da oltre dieci anni offre alle imprese e ai centri di ricerca una finestra su un mercato impressionante per numeri e dinamismo. Siamo stati, inoltre, pionieri nel lanciare la misura Erasmus per Startup che consente ai giovani imprenditori campani di fare un’esperienza all’estero per consolidare il proprio modello di impresa. Londra, dove lo scorso anno le imprese digitali hanno raccolto fondi per oltre il doppio di qualunque città europea e in cui ha sede il 40% degli unicorni europei, è al momento uno dei luoghi più interessanti e vivaci per fare business e per le opportunità di connessione che potranno crearsi nei giorni della manifestazione”.