Smau, premio Innovazione a 23 casi di successo: tra i vincitori Gruppo Magaldi, Graded e Tecno

352

Approcciarsi alle tematiche di Open Innovation è diventato ormai irrinunciabile per chiunque voglia fare innovazione nella propria impresa, sia essa una grande corporate o una realtà di piccole dimensioni. L’Open Innovation è uno dei pilastri di Smau: i Premi Innovazione, che vengono assegnati in ogni tappa del Roadshow, vogliono proprio essere un riconoscimento per le aziende e gli enti pubblici per i risultati ottenuti seguendo questa filosofia, affinché si inneschi un processo virtuoso di confronto e contaminazione di buone pratiche. Sono 23 i casi di successo che riceveranno, quindi, il Premio Innovazione nella tappa in programma a Napoli il 12 e 13 dicembre. Ecco i principali.

Il Premio ai migliori programmi di innovazione attivati dalle grandi aziende italiane

Il riconoscimento vede tra i premiati le tecnologie a supporto delle politiche di genere del Consiglio Regionale della Campania, con la piattaforma per la rilevazione e la conservazione dei dati relativi ai Centri Antiviolenza e alle loro utenti. A partire dalle prossime settimane, saranno raccolti i dati dei singoli casi di violenza, con il software “Piattaforma OFVD”, messo gratuitamente a disposizione di tutti i pronto soccorso e centri di assistenza presenti sul territorio regionale. L’obiettivo è supportare l’attività di acquisizione dei dati da parte dei diversi operatori sul territorio della Campania, sia in ambito sociale che sanitario, che possono intervenire tempestivamente in presenza di un episodio di violenza subìta.

Tra i premiati troviamo Citel Group, società italiana specializzata nello sviluppo di soluzioni di Artificial Intelligence, che è riuscita a sviluppare soluzioni conversazionali interamente basate su un vocabolario italiano, garantendo così la massima comprensione del linguaggio naturale da parte dei propri assistenti virtuali. Il ChatBot Digita HR ha quattro fondamentali funzionalità: recruiting, selezione, archiviazione intelligente, comunicazione. Attraverso un algoritmo di scoring, l’azienda riduce i tempi di screening dei candidati e restituisce ai funzionari una selezione ponderata rispetto alla ricerca, aiutando a selezionare le candidature idonee alla posizione anche tra migliaia di CV. All’inizio del 2019, Kaspersky, azienda globale per la cyber sicurezza, ha lanciato una call nell’ambito del Kaspersky Open Innovation Program per start up che chiedeva di dimostrare il potenziale dei propri prodotti o tecnologie per risolvere problemi concreti di sicurezza informatica. Quattro le start up vincitrici: Enigmedia, Enigmatos, Naboo e Sedicii. I progetti innovativi, con il supporto dell’azienda, creeranno e svilupperanno nuove opportunità di business nel campo della sicurezza informatica per i seguenti settori industriali: Industrial IoT, trasporti, blockchain e antifrode. Grazie all’app Must, sviluppata dal consorzio STRESS, la manutenzione e la conservazione del patrimonio edilizio diventa social. Questo applicativo consente ai cittadini di segnalare un problema di un edificio, di continuare a monitorarlo, di collaborare all’implementazione del database e di contribuire alla valutazione del rischio. Attraverso l’app si acquisiscono immagini e si organizzano le informazioni provenienti dagli utenti, implementando una banca dati dei processi di guasto, evidenziando le situazioni di alert e l’inoltro delle richieste di intervento. Lilly, tra le prime società farmaceutiche globali, con il progetto Talent Management, ha implementato strumenti come la gamification ed il design thinking per rendere migliori e più efficienti i percorsi di selezione del personale e la valorizzazione delle risorse interne. Grazie ai nuovi strumenti adottati il cycle time del recruiting si è abbassato del 30% in poco più di un anno mentre sono aumentate le candidature di quelle figure che in precedenza erano agganciabili con più difficoltà o soggetti a volumi di assunzioni importanti: ingegneri esperti di machine learning, analisti dei dati e specialisti dell’automazione ma anche operatori farmaceutici ed analisti di laboratorio.

Gruppo Tecno, è specializzato in servizi di consulenza afferenti a tre diverse macro-aree: efficienza energetica, rimborso delle accise sui carburanti e fiscalità internazionale. Da circa un anno ha sviluppato una soluzione software e hardware che rileva tutti i dati di un impianto produttivo, li elabora e li sintetizza per consentirne la facile consultazione da qualsiasi device. il sistema KontrolON, grazie a una rete di sensori, rileva i dati relativi alla produzione e ai consumi energetici e tramite alert e notifiche personalizzate, consente di conoscere in real time come sta producendo l’azienda, se ci sono fermi impianto, emissioni eccessive di CO2 e se viene misurato un aumento dei consumi non previsto.

Tra i premiati anche l’idea di manifattura additiva nel settore dentale di AEROSOFT, il progetto ha l’obiettivo di applicare le nuove tecnologie di produzione Additive Manufacturing (A.M.) al settore degli impianti dentari prescindendo dalle tecniche protesiche tradizionali, attraverso la realizzazione di nuovi prodotti e nuovi processi. Il tutto nasce dall’individuazione di grandi potenzialità messe recentemente a disposizione dalle nuove tecnologie produttive di stampa 3D, abbinate a nuovi criteri di progettazione e ingegneria computazionale la cui sinergia consente la realizzazione di prodotti personalizzabili in tempi davvero rapidi. Tra le aziende che hanno ricevuto il riconoscimento, anche il Gruppo Magaldi, per i suoi trasportatori a nastro metallico per la movimentazione di materiali in condizioni di processo difficili – alta temperatura, materiali pesanti, abrasivi, polverosi o con agenti chimici aggressivi. Negli ultimi anni, il Gruppo si è fatto strada anche nel settore delle energie rinnovabili, sviluppando e brevettando il primo impianto CSP (solare a concentrazione termodinamica) al mondo ad utilizzare sabbia quale mezzo di accumulo dell’energia generata dall’irraggiamento, rendendola disponibile anche in assenza di sole e diverse ore dopo il tramonto.

Riceve il premio anche Spinosa, una delle principali aziende italiane specializzate nella produzione di mozzarella di Bufala Campana DOP e derivati, e proprio per questa certificazione è monitorata attraverso analisi per garantire il rispetto del disciplinare e degli alti standard qualitativi del prodotto messo in commercio. Grazie alla tecnologia blockchain, sfrutta la disponibilità dei dati per tracciare l’intera filiera produttiva e comunicarla: il consumatore può seguire nel dettaglio il percorso che effettua il latte ogni giorno. Tutto ciò è reso possibile dalla piattaforma Ernst & Young OpsChain Food Traceability: ogni pack è munito di un bollino blockchain sul fronte e di un QR Code sul retro, la cui scansione rimanda a una landing page dedicata Inserendo o scansionando il lotto il consumatore è in grado di conoscere l’intera filiera produttiva. Con il Pastificio Ducato d’Amalfi Gragnano, realtà virtuale e tecnologia 4D, si uniscono per un viaggio dell’esplorazione multisensoriale nel mondo tradizionale della pasta di Gragnano. Il pastificio prevede un percorso multimediale, una dispensa e un’area degustazione con lo scopo di offrire un’esperienza autentica e completa ai visitatori. Unico nel suo genere, prevede una visita immersiva multimediale e sensoriale, da effettuare all’interno del pastificio, alla quale è possibile abbinare degustazioni, workshop, e cooking show. Tra i premiati annoveriamo anche Tenuta Nonno Luigi, CTI Foodtech e Proma.

Nel territorio del Comune di Napoli troviamo Asia Napoli, azienda specializzata in servizi di igiene ambientale, che negli ultimi anni ha avviato un piano di innovazione tecnologica che ha favorito la gestione e la fruibilità dell’informazione in modalità digitale. È stato rilasciato il nuovo sito e lanciata una app per fornire un servizio migliore all’utenza. Strutturando inoltre la sezione “servizi territoriali” che restituisce informazioni specifiche, riferite a un preciso indirizzo circa le modalità per la raccolta. E l’innovativo strumento digitale “Dove lo butto?”, dedicato al supporto dei cittadini per fornire indicazioni sulla corretta differenziazione dei materiali e degli oggetti più comuni. Inoltre, sono state implementate le infrastrutture interne intelligenti, avviando un processo di innovazione e rinnovo tecnologico, per migliorare e sviluppare la componente sistemistica dei sistemi informativi aziendali.

Graded, è passata dall’efficientamento energetico alla digital transformation attraverso l’innovativa piattaforma E-procurement: l’applicativo è web service e permette la gestione di accessi profilati e autorizzati secondo necessità e ruolo. Questo progetto è frutto, per il secondo anno consecutivo, della collaborazione di Graded con DIGITA (Digital Transformation and Industry Innovation Academy), un percorso formativo organizzato dall’Università degli Studi di Napoli Federico II e da Deloitte Consulting S.r.l. sul tema della Digital Transformation e Industria 4.0. In particolare, la piattaforma E-procurement è il risultato dei tre mesi di project work in cui due studenti DIGITA sono stati inseriti in un gruppo di lavoro con il fine di individuare una soluzione e realizzare un prototipo. Inoltre, il progetto ha permesso all’azienda di proseguire con il programma di trasformazione digitale e innovazione culturale, attraverso l’inserimento in organico di quattro risorse in specifiche aree di attività.

Ludwig invece è il primo motore di ricerca di frasi che aiuta chiunque a scrivere correttamente in inglese. Diversamente dai comuni motori di ricerca, pensati per recuperare informazioni generiche, Ludwig è specializzato nella ricerca e nel confronto di frasi ed utilizza le migliori fonti del web in lingua inglese, come un immenso corpus linguistico da cui attingere per migliorare le capacità di scrittura dei propri utenti. Basta scrivere una frase per poterla confrontare con milioni di frasi scritte in inglese corretto e provenienti da fonti autorevoli, verificandone al contempo sia la correttezza formale che la comprensibilità. Nel 2020 verrà lanciata una versione customizzata per il mercato cinese dove contano già oltre un milione di utenti.

Agile Networks è il progetto promosso da Italtel, diversi gli obiettivi innovativi che si pone: dall’evoluzione delle architetture di rete verso soluzioni 5G, con un’infrastruttura cloud distribuita su una gerarchia di Data Center, fino alle applicazioni di rete basate sull’implementazione di tecniche per eseguire in modo automatico attività di configurazione e permettere rapide azioni correttive nel caso di rilevazione di eventi anomali sulla rete. Altro step, è l’evoluzione dei servizi voce tradizionali verso servizi di “Contextual and Enriched Communication” inseriti in scenari di banda ultra-larga e bassa latenza (5G), utilizzando tecniche avanzate di Augmented Reality e di Virtual Reality in grado di assicurare una interattività sempre più elevata.

Emy Organic Beauty, è il progetto di startup nato all’interno del Frantoio Converso, attivo fin dall’Ottocento e tra i maggiori produttori di olio extravergine d’oliva biologico di alta qualità, nella piana di Corigliano Rossano. L’idea di diversificare la produzione includendo la cosmesi, nasce dal progetto di una semplice saponetta artigianale, per poi ampliare la linea in seguito a ricerche e sperimentazioni. Attualmente, la produzione si avvale di partnership presenti nel meridione al fine di valorizzare le eccellenze che contribuiscono ad accrescere le proprietà benefiche dell’olio di oliva. La commercializzazione, inizialmente limitata al territorio locale, ha avuto in tempi brevi un riscontro positivo sul territorio nazionale.

Mondo Camerette con il progetto “Phygital Customer Journey in store”, ideato e sviluppato da Hevolus Innovation si evolve per rendere la customer experience ancora più fluida e connessa: diventando multidevice e multiplayer. L’obiettivo è quello di supportare al meglio i visitatori, grandi e piccini, nella scelta e nell’acquisto della propria camera grazie all’utilizzo di realtà aumentata, olografica e virtuale su dispositivi fissi, mobili e indossabili.

Con Pianoforte Holding i big data di Carpisa, Yamamay e Jaked, vengono gestiti e analizzati in tempo reale per indirizzare anche le decisioni operative quotidiane. Tre le fasi per sostenere la crescita del gruppo: l’integrazione dei sistemi, il passaggio a Oracle Analytics Cloud, e adesso Oracle Autonomous Data Warehouse, per velocizzare la risposta a oltre due milioni di interrogazioni all’anno. Vantaggi che riguardano la possibilità di analisi dei dati, sempre accessibili, la facilità di interrogazione attraverso una dashboard interattiva che può essere personalizzata dal singolo utilizzatore, in base alle sue esigenze operative.

Garantire un servizio sempre più efficiente e facilitare l’attività di acquisto su tutti i touchpoint, integrando il canale offline e online, con un approccio phygital: con questo obiettivo nasce Würth Automatic Store, il progetto di Würth, in collaborazione con Hevolus Innovation e ICAM. Il punto vendita unisce la possibilità di comprare sul posto a quella di ritirare gli acquisti effettuati online in orari flessibili, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, senza attese di corrieri o mancate consegne, in piena autonomia. O fruire dell’innovativo touch-point BuyBox, un vero e proprio punto vendita automatico installato all’esterno, basato su una struttura modulare, mediante l’In-Out Point, l’acquisto, il ritiro o il rifornimento dei materiali avviene secondo i criteri di sicurezza, ergonomia e del design-for-all.