Sms Engineering: lunedì il convegno Aira, successo per il premio Best Practices

69

Un confronto per parlare di Pmi e pianificazione finanziaria: è quello in programma lunedì 19 dicembre alle 14.30 nella sede dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli in Piazza dei Martiri n.30. A darne notizia è il vice presidente di Sms Engineering Massimiliano Canestro, meritorious members dell’Associazione italiana rating advisory (Aira) e della Commissione finanza e mercati finanziari dell’Ordine partenopeo.

Il convegno dal titolo “Pianificazione finanziaria, trasparenza e credibilità: gli strumenti a disposizione delle pmi italiane per il superamento della crisi e per lo sviluppo” è stato organizzato dall’Aira e dalla Commissione e vedrà la partecipazione di prestigiosi professionisti ed esponenti di Bcc Napoli, Bcc Battipaglia, Credem, Cerved Group, Frigiolini & Partners Merchant.

Sms Engineering è reduce anche dal 10° Premio Best Practices per Innovazione che si è chiuso il 2 dicembre 2016, presso la Stazione Marittima di Salerno. Tra i membri del comitato tecnico-scientifico dell’edizione 2016 infatti c’era anche Francesco Castagna, ceo della azienda vincitrice del Premio Nazionale per l’Innovazione Premio dei Premi della Presidenza della Repubblica oltre che del “Premio Imprese per Innovazione IxI 2016” di Confindustria. 

Il Premio Best Practices 

A Salerno 101 progetti provenienti da tutta Italia, 40 mila visualizzazioni sul sito web registrate in tre giorni, centinaia di interazioni e condivisioni sui profili social network ufficiali. La decima edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione sarà ricordata per i grandi numeri web e, soprattutto, per la vittoria di un’impresa salernitana Metoda spa, con oltre 25 anni di attività alle spalle. 

Il presidente di Confindustria Salerno Mauro Maccauro ha consegnato ad Aniello Russo, ad di Metoda, l’ambito premio. Secondi classificati ex aequo i progetti Resettami dell’azienda CLE di Bari, un’innovativa modalità di gestione delle informazioni in ambito socio sanitario, e Pure Air Zones dell’azienda torinese U-Earth, che consente di misurare e conoscere la qualità dell’aria che respiriamo e quindi preservare la salute delle persone. Un progetto per una città più intelligente e consapevole. Terzi classificati ex aequo i progetti Cornerless dell’azienda salernitana Sada, che ha ideato un vassoio in cartone ondulato più sostenibile e competitivo in termini di prezzo rispetto alle soluzioni tradizionali, e Sts dell’azienda romana Proge–Software, uno strumento innovativo che consente al chirurgo di accedere e controllare in tempo reale ogni tipo di esame diagnostico anche in fase di intervento. 

Il premio Telecom è andato invece al progetto Rheticus dell’azienda barese Planetek, che consente una nuova modalità di fruizione dell’informazione geografica, dinamica e sempre aggiornata. La sezione “UpStart” intitolata alla memoria dell’imprenditore Paolo Traci, è stata vinta dalla startup di Perugia Sentetic, una piattaforma software che analizzando i dati di un qualsiasi dispositivo industriale, riesce ad identificare eventuali anomalie di funzionamento e stimare la probabilità di futuri guasti. Seconda classificata Enerbrain, startup torinese che ha messo a punto un sistema che migliora l’aria all’interno degli edifici tagliando del 30% il consumo energetico. Terzi classificati ex aequo le startup Carepy e Mamma Cult. 

“La novità di questa decima edizione è stato il coinvolgimento delle scuole superiori con l’introduzione di un hackathon, realizzato in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Salerno e Sellalab – ha spiegato Edoardo Gisolfi, presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno – Inoltre, i referenti di Banca Sella hanno annunciato in questi giorni la nascita del Sellalab in città nel 2017. Una grande opportunità per tanti giovani del nostro territorio.”