Solidarietà, “Sotto i portici”: al Museo della Moda mercatini di Natale a sostegno dei bimbi in difficoltà

137
in foto il Museo della Moda nelle sale della Fondazione Mnodragone

Il Natale all’insegna della moda sostenibile e della solidarietà al Museo della Moda-Fondazione Mondragone.  È Questo lo spirito di Sotto i portici, i ricchissimi e variegati mercatini di Natale che sabato 3 e domenica 4 dicembre dalle 10.00 alle 17.00 animeranno il cortile del Museo della Moda – Fondazione Mondragone, diretto dall’Avvocato Maria D’Elia, in Piazzetta Mondragone 18.

Decine di stand colorati esporranno creazioni ed oggetti di moda ed artigianato, il cui ricavato andrà devoluto a favore delle associazioni impegnate nella tutela di bambini e ragazzi in difficoltà.

Sarà l’occasione per i visitatori di fare regali di Natale in un’ottica sostenibile e solidale, scegliendo tra gli splendidi abiti vintage e l’oggettistica di antiquariato a cura dell’Onlus Progetto Pallonetto, i gioielli artigianali in metalli preziosi a cura di Talita – gioielli, o gli abiti in tessuti 100% naturali ed ecologici della Sartoria Nomade, o ancora le eleganti e comode borse cucite dalle donne del carcere di Pozzuoli proposte da Palin Onlus e gli oggetti in metallo e ceramiche realizzati dai ragazzi di Nisida con l’associazione Il Meglio di te Onlus. Non mancheranno prodotti viso e cosmetici totalmente green e occhiali moda artigianali, realizzati con oltre 36 passaggi di lavorazione. Anche i giocattoli saranno improntati alla sostenibilità e i più piccoli potranno scegliere il loro gioco nello stand dedicato al riuso Giochi da scambiare.

L’iniziativa Sotto i portici è per noi un’ulteriore occasione per rinnovare lo spirito di apertura, contemporaneità e sostenibilità che caratterizza il nuovo corso della Fondazione Mondragone- Museo della Moda: un luogo sempre più aperto ai diversi linguaggi dell’arte, un luogo poroso ed attraversabile, dove la moda non è status ma ricerca sostenibile e trasversale, al passo con le rinnovate esigenze della società”, afferma la Presidente della Fondazione Mondragone – Museo della Moda Avvocato Maria D’Elia.