Sorbillo, Rodolfo porta la tradizione di famiglia a Cava de’ Tirreni

85
In foto Rodolfo Sorbillo
Cinque anni fa l’apertura della sua prima pizzeria a Salerno, tra pochi giorni la seconda a Cava de’ Tirreni(Salerno).  L’appuntamento è per giovedì 31 maggio, a partire dalle ore 19, nella nuova omonima pizzeria che aprirà al civico 164 di Corso Mazzini, a Cava de’ Tirreni. Rodolfo Sorbillo, forte della lunga storia della sua famiglia nel mondo della pizza, continua a seminare consensi e a portare a spasso la sua personale interpretazione di quello che, a tutti gli effetti, è il cibo italiano più famoso e diffuso al mondo. Nonostante le tante influenze che oggi stanno attraversando anche questo settore, Rodolfo continua a proporre una pizza tradizionale, basata sui principi che – negli anni – ha appreso dagli zii nelle diverse pizzerie di famiglia. Per la farina però ha ceduto, con grande risultato, alla farina di tipo 1 rigorosamente biologica e ad una lievitazione con una parte di lievito madre. Le 24 ore di lievi-maturazione conferiscono, infine, alla sua pizza una maggiore digeribilità e leggerezza. L’asso nella manica è il capitolo fritti: la pizza fritta in tre versioni (la classica con i ciccioli di maiale, la ricotta fresca, la provola di bufala ed il pepe nero) fa sempre gola. L’ever green, che rappresenta l’eredità di famiglia, è di certo la pizza con il cornicione ripieno di ricotta di bufala. Una variante che amava particolarmente Umberto Agnelli, il quale la degustava da Rodolfo Sorbillo senior nel 1959. In questo nuovo locale, con arredamento più moderno e minima, ben 45 i posti a sedere. Il menù seguirà la stessa linea del locale di Salerno, mantenendo gli stessi standard. Aperto tutte le sere (tranne il lunedì), a partire dalle ore 19 del prossimo 31 maggio, la Pizzeria Rodolfo Sorbillo è pronta a conquistare anche la bella città metelliana.