Sorrento, Amalfi e Casamicciola celebrano l’Ibsen Day: tour nei luoghi vissuti dal drammaturgo svedese

65

Sorrento, Amalfi e Casamicciola Terme, sull’isola di Ischia, di intesa con la città norvegese di Skien, città natale di Henrik Ibsen, ricordano oggi, domenica 23 maggio, la figura e l’opera del drammaturgo, poeta e regista teatrale con una giornata di iniziative nel segno del #RestArting.
L’Henrik Ibsen Day, che si celebra ogni 23 maggio, anniversario della morte, nei luoghi dove ha soggiornato e scritto, o che ne rappresentano il legame e la memoria, è stato istituito nel 2011 a seguito di deliberazioni dei quattro enti e di una dichiarazione congiunta che prevede, nel tempo e nei modi possibili, un allargamento di questo network a Roma e ad Oslo, con cui ci sono state nel corso degli anni varie collaborazioni con soggetti e istituzioni del mondo della cultura.
Il focus della giornata avrà un valore simbolico dal momento che oggi cade il 115 anniversario della morte di Ibsen.
Il programma di appuntamenti parte da Sorrento, alla Rosa Magra, la nota pensione degli artisti nel Grand Tour, dove Ibsen ha scritto gli ultimi due capitoli del Peer Gynt , soggiornando con la famiglia, dal 17 agosto al 25 ottobre 1867, dopo aver lasciato Casamicciola Terme a seguito di un terremoto. Qui, alle ore 12, alla presenza della delegazione guidata dal sindaco Massimo Coppola e composta dall’assessore alla Cultura e relazioni Internazionali Alfonso Iaccarino con la presenza dei consiglieri comunali Rossella Di Leva ed Eduardo Fiorentino, dalla nuova responsabile delle Relazioni internazionali Silvana Gargiulo, con la partecipazione del precedente funzionario, Antonino Fiorentino, anche pronipote dei gestori della Rosa Magra e il presidente dell’Istituto di Cultura Torquato Tasso di Sorrento Luciano Russo, avverrà lo scoprimento della targa restaurata della lapide commemorativa alla Rosa Magra e l’apposizione di corone di alloro in tutti i siti di Ibsen, con conclusione alle ore 13 all’Ibsen Park.
Ad Amalfi, presso l’Hotel Luna, una ex struttura conventuale, oggi perfettamente preservata e con collezioni d’arte della pittura europea del 19mo secolo, dove Ibsen ha completato nel 1879 “Casa di bambole”, il sindaco Daniele Milano e l’assessore delegato Enza Cobalto ricorderanno l’illustre ospite.
A Casamicciola Terme, presso Villa Pisani dove Ibsen nel 1867 ha scritto parte del Peer Gynt, il sindaco Giovan Battista Castagna ed Andrea Di Massa, presidente dell’associazione Pro Casamicciola Terme, celebreranno l’Henrik Ibsen Day. Nel comune isolano, tante le testimonianze del legame con lo scrittore norvegese: a piazza Marina nel 1928 fu costruito il primo monumento a lui dedicato dallo scultore Tello Torelli e qui sorge l’istituto comprensivo statale intitolato proprio ad Ibsen.
Nel corso di questo tour sui luoghi di Ibsen ci saranno videochiamate in diretta con alcuni dei protagonisti del mondo dell’arte di Ibsen nonché con rappresentanze istituzionali e diplomatiche. Tra i personaggi coinvolti, l’attrice norvegese Jeanne Boe, l’attore e regista del teatro italiano Luca Micheletti da Brescia, il direttore dell’Ibsen Museum di Oslo, Erik Henning Edvardsen, lo storico norvegese Thor Wulner Gundersen da Skien, lo scultore Andrea Bucci da Lucca, lo scultore norvegese Hakon Anton Fageras e la maestra di danza giapponese Miho Kobayashi di Dance Art Pro.