Sorsi di Lune e di donne

50

Quando il vino diventa occasione di incontro, confronto e convivialità di ampio respiro. Ho il piacere di anticipare sulle nostre pagine un appuntamento alle porte ispirato alla cultura del bere, oggi non solo una tendenza ma un vero e proprio stile di vita.Maria Ida Avallone Alla sua quinta edizione, “Sorsi di Lune è nato con me nel 2010 quando ho assunto la carica di delegata regionale dell’associazione nazionale Donne del Vino” spiega Maria Ida Avallonesulla scia del format già ideato dalla delegata che mi ha preceduto. Nel corso di questi anni l’evento è cresciuto, si è arricchito di contenuti che spaziano dall’enogastronomia all’arte e oggi è un appuntamento annuale sempre molto atteso in città”. La manifestazione è in programma lunedì 22 giugno al Circolo Canottieri. Un evento ormai consolidato grazie al sodalizio rosa, che vede il coinvolgimento di ristoratrici, enotecarie, chef, sommelier e giornaliste, “il risultato del lavoro di tutte le socie dell’associazione, più di 60 ormai, donne operose ed attive, che coniugano spesso vita familiare e carriera, impegno nel sociale e lavoro, ricerca e cultura. Donne campane, donne ordinarie dalle vite straordinarie che sono esempio per la collettività e vanto della nostra regione”, sottolinea la sua ideatrice presidente e nota imprenditrice della tenuta Villa Matilde. La serata sarà articolata tra il convegno dedicato a “Cibo e Vino, energie del futuro” ed un percorso enogastronomico a più voci per far parlare territori, sapori ed esperienze diverse dal tema “La cucina di tradizione, garanzia del futuro”.