Sos anestesisti in Campania: donna malata incontra i vertici dell’Asl Napoli 1

42
in foto Maria Dolores Peduto

Aveva denunciato su Facebook la carenza di anestesisti nell’Ospedale Incurabili di Napoli e l’impossibilità di essere operata di tumore al seno. Oggi Maria Dolores Peduto, inserita nel percorso di cura dell’Irccs Fondazione Pascale, ha incontrato il direttore generale della Asl Napoli 1 Centro, Mario Forlenza. La donna, 55 anni, ha un carcinoma al seno e il medico che da sempre l’aveva seguita, nel nosocomio nel centro di Napoli, le aveva spiegato l’impossibilità di procedere all’intervento per la carenza di anestesisti. Un problema per il quale, fanno sapere i vertici della Asl, era stata già trovata una soluzione poichè “è stata decisa, già prima della vicenda, l’assunzione di 42 anestesisti, 10 in più rispetto ai 32 previsti inizialmente proprio per risolvere definitivamente il problema legato alla mancanza di questa figura fondamentale per le operazioni chirurgiche da anni bloccate a causa del commissariamento della sanità campana”. “Abbiamo voluto incontrare l’architetto Maria Dolores Peduto – dice Forlenza – per chiarire definitivamente quanto era successo nei giorni scorsi ora che è in cura al Pascale e la sua situazione è sotto controllo”. Il direttore generale ha ribadito che la Asl Napoli 1 centro “è impegnata nella lotta contro i tumori al seno con grande determinazione, come conferma l’acquisto, già effettuato da mesi, di 6 mammografi digitali di ultima generazione perchè consapevoli dell’importanza della prevenzione”. Peduto ha confermato “piena fiducia” nelle strutture sanitarie della Asl, spiegando che il suo intento non era quello di “denigrare il sistema sanitario campano, ma di risolvere problematiche che, partendo da una condizione personale, riguardano molti cittadini”. All’incontro hanno preso parte anche il direttore dell’unità operativa complessa di Chirurgia generale dell’Ospedale degli Incurabili, Marco De Fazio, e consigliere regionale dei verdi Francesco Emilio Borrelli.