SOSocial, da Napoli l’App per chiedere aiuto in caso d’emergenza

108

Il Comune di Napoli lancia SOSocial, applicazione per dispositivi mobili pensata per fornire un valido aiuto nelle situazioni di emergenza.

Giuseppe Caruso, ideatore della app, ha sviluppato il progetto all’interno della propria tesi di laurea in Comunicazione pubblica, sociale e politica dal titolo Progetto SOSocial: social media e mobile device in situazioni di emergenza, discussa all’Università degli studi di Napoli Federico II. L’opera ne approfondisce gli obiettivi, il funzionamento e i possibili sviluppi futuri.

L’idea è nata nel 2009 in seguito al devastante terremoto dell’Aquila: SOSocial vuole essere un valido strumento per la tutela della sicurezza attraverso la rapida diffusione delle richieste di aiuto in caso di pericolo. L’applicazione consente a chi la utilizza di agevolare le operazioni di soccorso grazie alla localizzazione e alla condivisione automatica della propria posizione geografica. Oltre che in caso di calamità naturali, SOSocial è pensata per funzionare nelle diverse situazioni di pericolo in cui si presenta la necessità di ricevere soccorso immediato: incidenti, malori, aggressioni.

Il funzionamento è semplice e intuitivo: attraverso la pressione del dito su un apposito tasto, gli utenti possono lanciare un messaggio di sos direttamente dal proprio device, condividendolo in tempo reale sui propri canali sociali, in particolar modo Facebook e Twitter, e via sms a un massimo di cinque contatti. Inoltre è prevista la presenza di un allarme sonoro in grado di attirare l’attenzione delle persone vicine a colui che chiede assistenza.