Sosta selvaggia blocca ambulanza, muore 60enne

16

Genova, 21 giu. (AdnKronos) – “Al momento non risulta arrivata alcuna relazione in procura, quando arriverà verrà accertata la rilevanza dal punto di vista dell’evento che è accaduto. Fermo restando che se ci sono delle infrazioni amministrative verranno perseguite dalla polizia municipale con severità”. Lo afferma all’AdnKronos il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi rispetto al caso avvenuto ieri sera in via Capraia sulle alture del capoluogo ligure, dove un’ambulanza e un’automedica intervenute per soccorrere un 60enne colto da malore sono rimaste bloccate dalle auto in sosta selvaggia e da una catena a chiusura di un parcheggio. I soccorritori hanno potuto raggiungere solo a piedi l’appartamento dell’uomo ma al loro arrivo per il 60enne non c’era più nulla da fare.

Tutto è accaduto intorno alle 21. Le auto posteggiate male tra via Ameglia e via Capraia hanno rallentato due volte l’arrivo dell’ambulanza, nel quartiere delle alture cittadine. Sul posto sono arrivati gli uomini della polizia municipale e un carro attrezzi per la rimozione, mentre si tentava di risalire ai proprietari per consentire lo spostamento delle auto e far passare i mezzi di soccorso ma gli operatori del 118 hanno dovuto proseguire a piedi nell’ultimo tratto. Una delle vetture risulterebbe intestata alla vittima del malore, un’altra invece a un proprietario non raggiungibile. “Deve essere affermato il principio – prosegue Cozzi – che i mezzi di soccorso devono poter arrivare nel punto dove è necessario senza avere limitazioni o ostruzioni”. Sul caso è stata compilata una relazione. Da accertare se la presenza delle auto in sosta selvaggia possa aver avuto o meno un’incidenza diretta sull’accaduto.