SosTariffe.it entra nella classifica FT1000 del Financial Times

63

di Paola Ciaramella

SosTariffe.it, tra i più popolari portali italiani di confronto di telecomunicazioni, utilities, prodotti finanziari e assicurativi, entra nella prestigiosa classifica FT1000 Europe’s Fastest Growing Companies del Financial Times, che seleziona le mille società europee indipendenti e innovative con il tasso di crescita economica più veloce. Nel triennio 2013-2016, a cui fa riferimento la nuova edizione della classifica, pubblicata ad aprile, la società di Milano ha registrato un tasso record di sviluppo dei ricavi, pari al 369%, e un tasso annuo di crescita composto – Compound Annual Growth Rate, che esprime la crescita percentuale media di una grandezza in un lasso di tempo – del 67,4%, con un fatturato culminato nel 2016 nella cifra di 5.177.000 milioni di euro. Numeri che, nel ranking del quotidiano britannico, le hanno fatto guadagnare il 39esimo posto tra tutte le società italiane e il 433esimo tra quelle europee. Restringendo il campo al settore dei servizi finanziari, la giovane realtà milanese occupa il secondo posto tra le aziende italiane con maggior crescita e il 16esimo in tutta l’Unione Europea. “Sono molto soddisfatto che Financial Times abbia riconosciuto la crescita esponenziale che stiamo vivendo – ha dichiarato Alberto Mazzetti, cofondatore e amministratore delegato di SosTariffe.it –. Conferma da un lato la qualità del servizio che eroghiamo ai nostri utenti e dall’altro la validità del team che lavora tutti i giorni per rivoluzionare il modo in cui scegliere le proprie utenze, assicurazioni e prodotti finanziari”. E nel 2017 SosTariffe.it – che offre 22 servizi a confronto e quasi 1000 tariffe comparate, alcune delle quali proposte in esclusiva per gli utenti del sito – ha rinsaldato l’andamento positivo degli anni precedenti, con un volume d’affari di circa 7.545.000 milioni di euro, il 46% in più rispetto al 2016. A crescere non soltanto le cifre, ma anche lo staff, con un aumento del 61% dei giovani talenti assunti in Italia, passati da 23 a 37 nel corso dell’anno, e del 62% del personale che opera nell’ambito della consulenza telefonica – da 179 consulenti a dicembre 2016 a 289 nel 2017.