Sottosegretario Sasso: “costretti a ricorrere a dad perché scuole non sono luoghi sicuri”

11

Roma, 15 mar. (Adnkronos) – “Oggi le scuole purtroppo non sono luoghi sicuri come qualcuno ha provato a farci credere per un anno. Le scuole proposte in piena pandemia erano identiche a quelle pre-covid, al di là di qualche precauzione. A pochi giorni dall’insediamento di questo Governo siamo stati costretti a ricorrere alla Dad pagando scelte politiche passate che si sono rivelate inefficaci. Vorrei esprimere la mia vicinanza e solidarietà al personale docente, agli studenti, alle famiglie, all’intero comparto scolastico”. Con queste parole si rivolge alla comunità scolastica il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso che conversando con l’Adnkronos del ritorno di 6,9 milioni di studenti in didattica a distanza, equivalente all’81% degli iscritti, rilancia: “La partita in vista del rientro a settembre si gioca innanzitutto sulle vaccinazioni. Occorre accelerare per poter ripartire in presenza”.