Spaces sbarca in Italia e punta su Milano per business community

28

Milano, 24 mag. (AdnKronos) – Spaces sbarca in Italia e punta su Milano per lanciare la prima delle sue business community che in futuro arriveranno anche in altre città italiane. Inaugura oggi Spaces Porta Nuova, un luogo completamente dedicato al lavoro e alla creatività sviluppato su oltre 5mila metri quadri all’insegna della sostenibilità, in uno dei quartieri più in fermento per il business di respiro internazionale: nelle immediate vicinanze sorgono l’avveniristico palazzo della Fondazione Feltrinelli con le sue piramidi di cristallo e la nuova Microsoft House e presto arriverà anche il colosso americano dell’e-commerce, Amazon, che qui aprirà la sua nuova sede italiana.

L’inaugurazione milanese rappresenta per Spaces l’inizio di un percorso di espansione rivolto al mercato italiano. L’azienda, che ha sedi anche in Europa, Usa, America Latina, Australia e Asia, prevede un’ulteriore crescita in tutti questi continenti nel corso del 2017: “L’inaugurazione di oggi – spiega Emanuele Arpini, regional marketing manager di Spaces – testimonia la volontà di puntare sull’internazionalità di questa città, per ospitare la prima sede italiana di questo nuovo format”.

Del resto, “Milano si conferma sempre di più una piazza in grado di recepire ed esaltare le nuove tendenze in diversi settori, tra cui anche quello del lavoro, in cui il concetto di luogo e di flessibilità, sono le chiavi di lettura del futuro”.

Presentato in anteprima in occasione della Design Week milanese, lo Spaces Porta Nuova conta 8 meeting room, uffici privati e virtuali e sale conferenze, ma anche un business club di tendenza, un lounge bar e spazi dedicati a mostre ed eventi. A completare il tutto, una terrazza panoramica dalla quale è possibile ammirare il Duomo e lo skyline di Milano.

Grande attenzione anche alla sostenibilità. L’azienda olandese, per questa sede, la sua prima in Italia, ha scelto l’energia rinnovabile e completamente italiana di Lifegate Energy, assicurando così un notevole risparmio di Co2 rispetto all’utilizzo dell’energia tradizionale: “Siamo molto contenti di questa collaborazione – afferma Enea Roveda, ceo di Lifegate – perché ci rispecchiamo completamente nei valori di condivisione e smart working alla base del concept di Spaces, che si integra perfettamente con lo stile di vita sostenibile che promuoviamo in Lifegate”.

L’auspicio, conclude Roveda, è che questa operazione “possa inaugurare un nuovo trend, perché siamo convinti che solo scegliendo un’energia italiana e al 100% prodotta da fonti rinnovabili come Lifegate Energy si possa rendere il proprio luogo di lavoro veramente smart innovativo e moderno”.