Spagna, l’illuminazione “al cubo” di Relio² vince il premio Ue DesignEuropa

34

La startup italiana vince la terza edizione dei premi DesignEuropa dedicati ai migliori progetti di design industriale, promosso da Euipo, l’agenzia dell’Unione europea per la proprietà intellettuale con sede ad Alicante, in Spagna, che gestisce la registrazione dei marchi e dei disegni a livello comunitario. E’ stato infatti assegnato il premio per le Imprese piccole ed emergenti a Relio², con il 2 ad indicare “al cubo”, appunto un cubo luminoso di seconda generazione in grado di offrire una “fedeltà cromatica estrema”, ossia riuscire a rendere i colori con la stessa qualità della luce del Sole, emettendo uno spettro continuo di luce visibile che rende evidenti le più piccole sfumature di colore. La luce è controllata tramite Bluetooth o può essere interfacciata con apparecchiature da laboratorio, come componenti Arduino o Raspberry Pi. Il cubo è dotato di accessori stampabili in 3D e di una gamma di magneti, aste, bulloni e cuscinetti antiscivolo opzionali consente di personalizzare le impostazioni di illuminazione in diversi modi. Relio² si avvale di speciali ottiche TIR, un sistema di collimazione a due stadi, con una moltitudine di micro-lenti superficiali che omogeneizza ulteriormente la cromaticità della luce emessa. Nel 2014, l’iniziale versione di Relio è stata il primo illuminatore portatile al mondo ad elevatissimo Cri (Indice di resa cromatica, raggiungendo il 98% del Television Lighting Consistency Index, l’indice che va ad analizzare la resa cromatica recepita dal sensore). L’azienda fondata dal progettista Marco Bozzola nel 2014 ha vantato diversi primati: Relio ha vinto la medaglia d’argento agli “International A’ Design Awards 2015”, ha messo a punto lens, primo collimatore per flash di smartphone al mondo e Cmu Booster, primo booster per caricare rapidamente gli smartphone connessi al sistema multimediale dei veicoli Mazda.
La presidente della giuria, la nota designer finlandese Päivi Tahkokallio, ha affermato: “Avendo ricevuto più di 750 candidature da tutta l’UE e non solo, la scelta del vincitore non è stata un compito facile. I vincitori di questa edizione rappresentano l’eccellente design industriale e di prodotto europeo. Sono tutti esempi perfetti di come il design sia uno strumento molto potente per sostenere la crescita economica, attrarre investimenti e creare posti di lavoro, sia nelle grandi aziende che nelle PMI”. I finalisti dei premi DesignEuropa provenivano anche da Germania, Paesi Bassi, Polonia, Spagna, Svezia e Stati Uniti. Sono presenti marche importanti, quali Philips, John Deere, Assa Abloy e Actiu, nonché nuove arrivate, quali StethoMe, MiniFinder e Knister. Tutti rappresentavano una vasta gamma di settori, tra cui l’assistenza sanitaria, l’ingegneria avanzata, l’automazione e le soluzioni di accesso, i mobili, l’illuminazione professionale, gli apparecchi per esterni, la sicurezza e l’Internet delle cose. I vincitori sono stati annunciati stamane in occasione della cerimonia di premiazione a Eindhoven, trasmessa in diretta streaming, in coincidenza con la settimana del design olandese, la Dutch Design Week, in corso fino al 24 ottobre. Nella stessa categoria in cui concorreva Relio erano finalisti i progetti Knister Grill (Germania), l’allarme personale di sicurezza MiniFinder Nano (Svezia) e lo stetoscopio elettronico intelligente StethoMe (Polonia). Nella categoria Industria concorrevano la maniglia per porte Aperio H100 (Svezia), il monitor portatile per pazienti Philips IntelliVue X3 (Paesi Bassi), il sistema per scrivanie Talent (Spagna) e i trattori John Deere 8 Series (Stati Uniti). Il premio alla carriera è stato conferito ad André Ricard, fonte di ispirazione per generazioni di progettisti spagnoli ed europei. Il suo posacenere di Copenaghen è considerato un simbolo degli anni ’60. Una boccetta per profumo che ha creato nel 1968 è ancora in produzione e viene venduta in tutto il mondo. La lampada Tatu, progettata nel 1972, sembra moderna oggi come allora. Le sue maestose lampade sospese danno lustro al museo Reina Sofía di Madrid da decenni. Nel 1992, il suo progetto di torce olimpiche ha illuminato la sua città natale di Barcellona facendolo conoscere a un pubblico ancora più ampio. L’UE è leader mondiale nel campo del design industriale. I settori ad alta intensità di disegni e modelli creano 30,7 milioni di posti di lavoro diretti e contribuiscono al 16,2 % del PIL complessivo dell’UE. All’Euipo pervengono circa 100.000 depositi di disegni e modelli l’anno, a dimostrazione del fatto che il valore dei disegni e modelli comunitari registrati continua ad essere estremamente apprezzato dalle imprese. L’Euipo ha ora raggiunto 1,5 milioni di depositi di disegni e modelli dal 2003, anno in cui ha iniziato a gestire questo diritto di proprietà intellettuale valido in tutta l’UE. (BIG ITALY / alg)
191455 OTT 21