Spalletti: “Scudetto? Non lasceremo niente di intentato ma 2° posto tanta roba”

21

Roma, 29 apr. – (AdnKronos) – “Riuscire a raggiungere il secondo posto sarebbe tanta roba”. Lo afferma il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, nel corso della conferenza stampa alla vigilia del derby. “La Juventus anche ieri ha fatto vedere di essere forte e a tratti imprendibile -aggiunge l’allenatore giallorosso-. Arrivare dietro ad una squadra che lotta per la Champions League è una cosa positiva. Vuol dire che ci abbiamo messo sostanza, i giocatori hanno lavorato in maniera seria”.

“Noi continueremo a fare il nostro campionato -prosegue Spalletti-. Noi ci siamo fatti un bel mazzo in questa stagione, per cui non lasceremo niente di intentato. C’è ancora margine per poter recuperare qualche punto. Possiamo arrivare a quota 90 punti, sono tantissimi”.

Solo applausi per i rivali di domani. “Inzaghi è stato bravo, facendo anche a meno della forza del singolo. Loro con il 3-5-2 hanno buona copertura e in avanti creano imprevedibilità. Hanno fatto un buon lavoro quest’anno”. Come il collega laziale anche Spalletti non ama l’orario delle 12.30 scelto dalla Lega per la stracittadina della Capitale. “Sono d’accordo con lui, il derby meriterebbe la ribalta delle grandi luci. Avrei preferito giocare in notturna ma giocare alle 12.30 non ci coglierà di sorpresa, ci faremo trovare pronti, certo le partite giocate in notturna hanno un sapore differente e poi con la temperatura alta potrebbe calare il livello di spettacolo”.

L’allenatore di Certaldo spera che non sia l’ultimo derby di Francesco Totti. “Io non lo so se sarà l’ultimo derby di Totti, non ho chiesto nulla alla società. Io spero di no. In ogni caso visto il passato che ha, anche se facesse un altro lavoro, se lavorasse in un’altra realtà il derby di Roma lo vivrà sempre direttamente e con grande coinvolgimento emotivo”. Spalletti spende le sue ultime parole sul nuovo direttore sportivo Verdejo Monchi. “Ci siamo conosciuti. E’ una bella persona, un grande professionista, messo accanto a un altro grande professionista (Frederic Massara ndr) che già avevamo, sapranno collaborare al meglio per il futuro della Roma”.