Sparatoria a Napoli, le condizioni della bimba restano molto gravi

35
Uomini della polizia scientifica effettuano i rilievi nei pressi di piazza Nazionale, a Napoli, dove al termine di una sparatoria sono rimaste ferite tre persone tra cui una bambina

Restano “estremamente gravi” le condizioni della bambina di 4 anni colpita da un proiettile nella sparatoria di venerdì pomeriggio a Napoli. Dall’azienda ospedaliera Santobono, dove la piccola e’ ricoverata, si apprende che “persiste una grave insufficienza respiratoria derivante dal danno polmonare”, a causa del proiettile che ha perforato un polmone ed e’ stato poi rimosso in un lungo intervento chirurgico. Nella giornata di ieri e’ stata praticata la RMN che ha escluso compromissione del sistema nervoso centrale e periferico. Durante le ore notturne non si sono osservate sostanziali variazioni delle condizioni generali. La piccola paziente è tuttora sedata e collegata al ventilatore meccanico. Le sue condizioni cliniche permangono estremamente gravi e la prognosi riservata”.