Spari contro la casa di un cronista del ‘Gazzettino’

9

Venezia, 16 lug. – (AdnKronos) – Colpi di pistola sono stati sparati nella notte contro l’abitazione a Padova del giornalista Ario Gervasutti, cronista del ‘Gazzettino’. Sarebbero cinque i colpi che hanno raggiunto la casa, tre dei quali la camera da letto dei figli del giornalista. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha manifestato la propria solidarietà a Gervasutti. Il ministro, spiega una nota del Viminale, ha espresso l’impegno a fare chiarezza sull’accaduto e individuare i responsabili.

“E’ un episodio gravissimo, che va condannato senza se e senza ma, acuito dal fatto che la minaccia contro un giornalista significa di conseguenza un attacco contro opinioni e idee. La mia piena e completa solidarietà al cronista Ario Gervasutti e naturalmente alla sua famiglia”, ha dichiarato il presidente del Veneto, Luca Zaia. “Mi auguro che i responsabili siamo presto identificati e assicurati alla giustizia – ha detto Zaia – Sono intollerabili fatti del genere che purtroppo riportano alla mente anni bui della nostra Repubblica. A Gervasutti e alla sua famiglia la vicinanza mia e delle istituzioni della Regione del Veneto”.