Spinvector, tecnologie immersive per i progetti del Distretto DataBenc

35

Con una serie di eventi di divulgazione si chiudono le attività dei progetti PAUN e REMIAM ad opera del Distretto ad Alta Tecnologia per i Beni Culturali della Regione Campania DataBenc. SpinVector, marchio di Mare Group, è tra i principali partner tecnologici oltre a università, centri di ricerca, consorzi industriali e imprese.
Mare Group, attraverso le competenze Spinvector, ha sviluppato, in entrambe le iniziative, tecnologie, contenuti digitali e prototipi multimodali nel contesto della XR (Extended Reality), interpretando i principi dell’ingegneria emozionale per costruire esperienze coinvolgenti in cui la tecnologia ispira un’interazione naturale e intuitiva.
Nel prototipo realizzato per il progetto PAUN si può comporre il modello in scala di una nave antica costruito a partire dalla scansione laser del reperto originale, assemblandone le parti nel giusto ordine, come per magia, ci si ritrova in mare aperto, sul ponte della nave, salpando verso la costa. Grazie a un sistema di interoperabilità multipiattaforma, l’esperienza cambia dinamicamente secondo le azioni svolte dall’utente nelle altre applicazioni sviluppate per il progetto: si concretizza così un’unica narrazione multimodale che si snoda intorno agli spazi dell’antico porto di Napoli.
Per il progetto REMIAM, invece, gli sviluppatori hanno lavorato su un set di gioielli d’artista, costruendo un processo di virtualizzazione non invasivo, poi declinato in tre modalità di interazione: web, mobile e VR. Il sistema supera i limiti fisici di un’esposizione dal vivo, consentendo di prendere i gioielli, manipolarli e ingrandirli per osservarne i dettagli e perfino scomporli in diverse parti.
“Spinvector – commenta Giovanni Caturano, chief innovation officer di Mare Group e fondatore di Spinvector – ha una profonda esperienza nell’implementazione di nuove tecnologie per la valorizzazione dei Beni Culturali. La partecipazione ai progetti promossi da DataBenc ci ha messo in contatto con una compagine di partner tecnico-scientifici interessanti e proattivi, portandoci a sviluppare nuove applicazioni con una potenzialità di mercato diretta e concreta”.
Le aziende Mare Group partecipano a numerosi progetti di ricerca sia a livello nazionale che europeo, collaborando con aziende, Università e Organismi di Ricerca, anche in programmi europei come Clean Sky 2 e Gaia-X.