Sportelli microcredito
In Campania già 230

16

Caserta è la provincia ad aver registrato il più alto numero di adesioni, finora, per gli sportelli informativi lanciati dai consulenti del lavoro per aiutare i Caserta è la provincia ad aver registrato il più alto numero di adesioni, finora, per gli sportelli informativi lanciati dai consulenti del lavoro per aiutare i giovani nell’accesso al credito. Sono circa 80 – ma la cifra è destinata a crescere – i professionisti di Terra di Lavoro – 68 a Napoli, 45 a Salerno, 32 a Avellino e 7 a Benevento – che offrono la loro disponibilità gratuita a fare da guida a coloro che vogliano intraprendere un’attività imprenditoriale o professionale e ottenere, a questo scopo, la garanzia per accedere a finanziamenti. Il ministero dello Sviluppo economico, infatti, ha aperto un Fondo di garanzia per il microcredito da 30 milioni di euro all’anno: a questo denaro possono accedere, per un massimo di 25mila euro per ciascun beneficiario, anche quei giovani che non hanno garanzie da presentare agli istituti di credito. Destinatari della misura, anche i lavoratori autonomi – costituiti anche in associazione professionale o società tra professionisti, titolari di partita Iva da meno di cinque anni e con un massimo 5 dipendenti. In questo contesto si inserisce la disponibilità offerta dai consulenti del lavoro: l’iniziativa è nazionale, e la Campania ha già risposto con circa 230 professionisti. “Si tratta di sportelli informativi completamente gratuiti per i giovani – spiega Francesco Duraccio, consulente del lavoro campano e componente del Consiglio Nazionale dell’Ordine – attivati presso gli studi dei singoli professionisti che si aggiungono ai servizi gestiti attraverso il nostro sito. La procedura sarà attiva tra dieci giorni”. I giovani che vogliono dare vita a una microimpresa o a un’attività professionale possono, con l’ausilio dei consulenti del lavoro, fare richiesta tramite la piattaforma predisposta dal ministero. Terminata l’istruttoria, in tempi molto brevi, sarà diffusa una graduatoria: in caso di esito positivo, sarà consegnato un voucher da consegnare agli operatori di microcredito – banche o altri intermediari finanziari – per stipulare il contratto di finanziamento. La restituzione dell’importo avverrà ai tassi previsti dalla legge. “Con la grande disponibilità data dai professionisti a livello nazionale e campano – precisa Duraccio – si conferma la vocazione sociale dei consulenti nelle politiche attive del lavoro”. Ancora pochi giorni, dunque, e gli sportelli saranno operativi.