Sposarsi a contatto con la natura, Ischia anticipa le tendenza del wedding. Uno studio di Stilnovia

80
in foto lo staff che ha organizzato l'evento di Lacco Ameno

La prima edizione dell’appuntamento dedicato alle nuove tendenze del Wedding e degli Eventi si è chiusa con grande successo dopo un lungo anno e mezzo di stop. Il settore conferma la tendenza ad essere sempre più green, agile e a km zero; è stato presentato anche il book delle tendenze 2022 che indica quali saranno nel settore wedding ed eventi le influenze che prevarranno.
Intimista, ecocompatibile, in sintonia con la natura, a km zero e con un occhio importante al contenimento del budget. Questa la tendenza per il 2022 per il wedding che verrà. E’ quanto emerge dallo studio condotto in tutto il mondo da Stilnovia, il primo centro che analizza e interpreta i cambiamenti sociali e culturali per offrire una previsione delle tendenze e delle nuove abitudini dei consumatori nei mesi che verranno. Il book delle tendenze 2022 è stato presentato nel corso di Stilnovia 2021, l’appuntamento che si è svolto a Lacco Ameno al Regina Isabella Resort Spa. E non a caso, probabilmente, lo stile che ha vinto il contest organizzato nel corso dell’evento è stato Upcycled Creativity che ha dato spazio al tema del riciclo e del riutilizzo di materiali eco green. “Siamo molto felici del successo di questa prima edizione – afferma Andrea Riccio, Presidente Stilnovia – usciamo da un anno e mezzo che ha messo particolarmente in crisi il nostro settore, per cui questa grande partecipazione ci ha riempiti di gioia perché comprendiamo di essere finalmente sulla strada della ripresa. Ma quanto è accaduto e sta accadendo influenza moltissimo le scelte delle giovani coppie, perché se da un lato si affidano molto di più al fornitore in fatto di idee e proposte, sono anche molto attente al budget a causa della pandemia che ha segnato economicamente le entrate. Inoltre chiedono un ricevimento estremamente personalizzato, con meno invitati, con atmosfere retrò e soprattutto ecosostenibile e a km zero, a partire dagli abiti fino agli allestimenti e al catering, con prodotti tipici locali e stagionali”.
“I clienti preferiscono sempre più una esperienza esclusiva, con prodotti green ed emozioni che li portino a riconnettersi con la natura – continua Diana Da Ros, Presidente Centro Studi Esterno. Anche le fonti di ispirazione per la creazione di nuovi prodotti e servizi sono l’armonia e l’equilibrio che regnano sovrani in natura. I colori predominanti saranno salmone chiaro e grigio chiaro, il rosa e le sue nuance, bianco, avorio, tutti i colori pastello. Tra i colori più decisi trionfano il verde, blu, rosso e marrone. Negli allestimenti prevalgono fiori freschi con inserimento di altri elementi come legno, lanterne e candele e per il catering vincono i prodotti tipici locali o stagionali”. “Speriamo – conclude Andrea Riccio – che questo sia solo il primo appuntamento sull’Isola Verde, perché quella con Ischia is More e con il Presidente Sambaldi ormai è una partnership consolidata; e se anche noi abbiamo dato un contributo a far conoscere Ischia a chi non l’ha mai vista ne siamo felici e orgogliosi”.