Start-up, a Napoli la finale del Premio Nazionale Innovazione

37

 

Si terra’ a Napoli il 30 novembre e il 1 dicembre la finale del Premio Nazione Innovazione 2017. Ad annunciarlo e’ stato Mario Raffa, membro del consiglio direttivo del Premio, chiudendo la giornata di lancio di Start Cup Campania 2017 che si e’ svolta stamattina all’ateneo Suor Orsola Benincasa di Napoli. Il percorso di Start Cup nasce nell’ottica di trasformare un’idea innovativa e originale in tema di ricerca scientifica e innovazione tecnologica in un progetto imprenditoriale. La business plan competition e’ stata istituita otto anni fa dalle sette universita’ della Campania che in questo modo sostengono la ricerca e l’innovazione tecnologica per dare vita ad imprese ad alto contenuto di conoscenza. “Cosi’ sono nate 2mila imprese che mediamente hanno 10 addetti. Sono stati creati tanti posti di lavoro e questo e’ gia’ un primo risultato – ha spiegato Raffa -. Mettiamo insieme facolta’ umanistiche e scientifiche che lavorano insieme per costruire team e gruppi competitivi che condividano saperi fino a diventare impresa”. Il Premio Nazionale Innovazione “mette insieme 20 business plan competition delle diverse regioni italiane e le prime 5 potranno partecipare alla nostra fiera. Per loro c’e’ l’occasione di conoscere investitori che possono finanziarli e metterli sul mercato”. La finale del premio “quest’anno si terra’ a Napoli, nei luoghi simbolo – ha aggiunto Raffa – come Bagnoli e San Giovanni a Teduccio ma coinvolgeremo anche luoghi strategici come musei ed universita’”. All’universita’ Suor Orsola Benincasa quest’anno e’ affidata la direzione di Start Cup Campania, concorso aperto a docenti e ricercatori delle universita’, dottorandi o titolari di assegni di ricerca, diplomati, laureati e dottori di ricerca che hanno conseguito il titolo in uno dei sette atenei campani, studenti iscritti e personale tecnico amministrativo degli atenei. La partecipazione al concorso, che si chiudera’ il 13 ottobre, e’ gratuita: in palio un percorso formativo sul business plan, premi in denaro da 5mila a mille euro, la partecipazione delle idee vincitrici al Premio Nazionale per l’Innovazione e misure di accompagnamento allo sviluppo di idee imprenditoriali. Quello di Start Cup “e’ un modello che funziona benissimo – ha commentato Giuseppe Paolisso, rettore dell’Universita’ degli Studi Luigi Vanvitelli – perche’ mette insieme due aspetti positivi: il senso di aggregazione del sistema universitario campano, e non della singola universita’, e un sistema propulsivo che serve a far crescere i giovani e contemporaneamente a generare lavoro. Al momento e’ una delle iniziative piu’ vincenti del sistema universitario campano che va sicuramente potenziato e migliorato ma che deve essere considerato un fiore all’occhiello del Paese”.