Startup, con Bloovery i fiori si comprano in Bitcoin

71

Bitcoin per comprare un mazzo di fiori. E’ Bloovery la prima startup di flower delivery Italiana ad avere annunciato l’apertura al pagamento con bitcoin, ottenendo subito il primo ordine di fiori pagati con criptovaluta. E, per raggiungere il suo obiettivo di portare innovazione in un settore ancora molto analogico, la startup ha raccolto “300.000 euro da un bando sull’innovazione” e lancia “la sua seconda campagna di raccolta fondi in crowdfunding” racconta Simone Guzzetti, Ceo di Bloovery. Bloovery ha dunque obiettivi ambiziosi di crescita e si sta muovendo rapidamente per raggiungerli. A marzo si è aggiudicata un bando da 300mila euro da Invitalia per lo sviluppo della tecnologia e, da alcuni giorni, ha lanciato una raccolta fondi in crowdfunding sulla piattaforma Opstart.it alla quale tutti possono partecipare.