Startup, Eit Health stanzia più di un milione per realtà innovative del settore sanitario

81

Per il terzo anno consecutivo, EIT Health lancia il bando EIT Health RIS Innovation Call con l’obiettivo di sostenere progetti innovativi e promettenti in ambito sanitario. Negli ultimi 2 anni la EIT Health RIS Innovation Call ha sostenuto 28 start-up nell’area EIT Health RIS (Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia e Slovenia), supportando, grazie al bando, 28 consorzi europei di innovatori del comparto healthcare, tra il 2019 e il 2020, stanziando un totale di 2 milioni di euro. L’obiettivo dell’annuale EIT Health RIS Innovation Call è supportare le innovazioni del settore sanitario sviluppate dai team di ricerca delle regioni più avanzate dell’Europa centro-orientale e meridionale e delle più promettenti startup italiane. Negli ultimi due anni sono stati stanziati fondi per 6 start-up in Romania e Slovenia, 4 in Italia, 3 in Portogallo e Croazia e 1 in Estonia, Slovacchia, Grecia, Repubblica Ceca, Lettonia e Lituania. Ogni progetto selezionato ha ricevuto finanziamenti, opportunità di mentoring e di matchmaking e l’accesso a un network di operatori sanitari europei accreditato per supportate l’attività di sviluppo delle soluzioni sanitarie innovative proposte. In Italia, i progetti finanziati negli ultimi due anni, tutti supportati dal Consorzio Arca, sono stati: la soluzione di Big Data Software as a Service per supportare le fasi decisionali nella medicina di precisione realizzata da KAZAAM Lab srl e Università La Sapienza di Roma; il dosimetro FGD progettato da BlackCat Beyond srl e Università di Palermo; il dispositivo personalizzabile Aneuris per il trattamento dell’aneurisma aortico addominale, realizzato con tecniche di manifattura additiva dalla start-up Amed (Advanced Medical Engineering Devices).