Stati Uniti, il neorealismo italiano in mostra alla Grey Art Gallery di NY

26

Dal 6 settembre all’8 dicembre 2018, la Grey Art Gallery, museo delle belle arti della New York University, con grandi spazi espositivi in Washington Square, ospita la mostra NeoRealismo: The New Image in Italy, 1932-1960. Attraverso 180 scatti di 60 artisti italiani, la rassegna analizza, per la prima volta in maniera approfondita, il ruolo cruciale della fotografia nel Neorealismo italiano, solitamente associato a rappresentazioni cinematografiche e letterarie, analizzando il percorso del medium fotografico dal realismo in epoca fascista fino ad arrivare alle soglie del boom economico, che cambierà completamente lo scenario culturale. L’esposizione, curata da Enrica Viganò e organizzata da Admira di Milano, si arricchisce di pubblicazioni originali di rotocalchi, libri fotografici, cataloghi, poster, oltre che di spezzoni tratti da film diretti da Vittorio De Sica, Roberto Rossellini e Luchino Visconti, solo per citare alcuni tra i tanti registi presentati in mostra. “Non avrei potuto desiderare un modo migliore per celebrare i 21 anni di Admira!” afferma Enrica Viganò, curatrice della mostra “Da quando è nata Admira nel 1997, la mission principale è stata quella di far conoscere la fotografia italiana nel mondo. I nostri eccellenti fotografi si sono più che meritati questo straordinario traguardo: una stagione di eventi dedicati alla fotografia italiana del dopoguerra nella città che più onora l’arte fotografica e che più incide sul suo mercato: New York. Oltre alla New York University, partecipano alla rassegna il museo più prestigioso, il Metropolitan Museum of Art e la Howard Greenberg Gallery. Direi che è proprio una consacrazione a tutti gli effetti”.