Stazione Sperimentale Pelli, nasce a Napoli il Politecnico del Cuoio

164

Nasce a Napoli il Politecnico del Cuoio: è una iniziativa della Stazione Sperimentale per l’Industria delle pelli e delle materie concianti (Ssip) e prevede corsi di formazione dedicati al settore conciario. E’ prevista anche la nascita di “Piattaforme di Innovazione”, con la creazione di startup, programmi di accelerazione, sviluppo di FabLab, integrazione con incubatori, parchi e distretti tecnologici. E’ la seconda iniziativa di questo tipo in Italia, dopo quella già partita in Veneto, e il primo percorso di formazione è previsto nell’ottobre 2018. Rivolto a persone in possesso di diploma di scuola di secondo grado, il corso è di durata biennale e ha l’obiettivo è formare tecnici in produzione conciaria, green manager e product manager. L’attività di formazione del Politecnico comprende anche corsi di aggiornamento sulla normativa del settore e corsi destinati alla formazione di tecnici di laboratorio e personale addetto alle varie fasi del ciclo produttivo. Il Politecnico del Cuoio, ha rilevato Edoardo Imperiale, direttore generale Ssip, “nasce con l’obiettivo di sviluppare competenze per la filiera cuoio-pelle e di sostenere l’integrazione tra i sistemi di istruzione, promozione e lavoro nel comparto della moda italiana”. Con questa iniziativa, la Stazione Sperimentale che è anche tra i fondatori dell’Its Moda della Campania, ha aggiunto “andrà a consolidare il suo impegno nel territorio in termini di trasferimento di conoscenza”. Per Carlo Palmieri, presidente della Fondazione Its Moda Campania’, “la Campania è una delle capitali della moda e della pelle, bisogna lavorare in sinergia per far nascere e crescere le aziende della nostra regione”. Tutte le attività sono disponibili anche per i distretti industriali e per le imprese e il Politecnico opererà in collaborazione con quattro aziende conciarie e con l’istituto scolastico di Solofra “Isiss Ronca”.