Stazione Sperimentale Pelli, via libera al contratto aziendale

52
In foto Graziano Balducci

di Paola Ciaramella

La Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti (Ssip) firma un accordo integrativo aziendale con le Organizzazioni Sindacali provinciali Filctem Cgil, Fir Cisl e Uiltec Uil. In linea con il Piano Strategico 2018-2020, l’intesa – sottoscritta dal direttore generale della Ssip, Edoardo Imperiale – si basa sul consolidamento e lo sviluppo delle attività di ricerca, formazione e innovazione quali competenze distintive e conferma l’obiettivo condiviso di adottare un sistema organizzativo e contrattuale che rispecchi la nuova mission dell’organismo di ricerca nazionale, le cui attività sono rivolte alle imprese che operano nel settore delle pelli e delle materie concianti, allo scopo di migliorarne la competitività attraverso la promozione e il sostegno all’innovazione e allo sviluppo scientifico e tecnologico. Punti salienti sono la valorizzazione e lo sviluppo delle competenze tecnico-scientifiche, mediante l’attivazione di percorsi di formazione e aggiornamento, e l’adozione della Carta Europea dei Ricercatori, che favorisce l’autonomia di ricercatori e tecnologici nello svolgimento della loro attività, singolarmente o nell’ambito dei diversi lavori di gruppo. Con questo provvedimento “la Stazione dà piena attuazione alla Raccomandazione 2005/251/CE, con la quale la Commissione Europea ha emanato la “Carta Europea dei Ricercatori – dichiara il presidente della Ssip, Graziano Balducci –, nel quadro della propria attività scientifica e tecnologica, dei propri compiti istituzionali e degli assetti organizzativi”. Di particolare rilievo, ancora, è l’attivazione del Piano di Welfare rivolto a tutti i dipendenti, fruibile mediante un Credito welfare caricato su piattaforma web personalizzata, che consente ai dipendenti la libera scelta di beni, servizi e prestazioni previsti dal Piano; i lavoratori avranno la possibilità di spendere un importo annuo a loro disposizione scegliendo tra servizi come buoni spesa o carburante, spese per l’istruzione – per esempio mensa scolastica, testi scolastici, centri estivi –, assistenza a bambini, anziani e non autosufficienti – baby sitter, badanti, case di cura, centri diurni –, cultura, benessere, intrattenimento – abbonamenti in palestra, viaggi, corsi di formazione –, salute – cassa sanitaria – e previdenziali. “L’introduzione del Piano di Welfare aziendale – conclude Balducci – conferma l’obiettivo di mettere ulteriormente al centro dello sviluppo aziendale il proprio capitale umano, accrescendo il benessere individuale dei lavoratori, incrementando il loro coinvolgimento ed il senso di appartenenza all’azienda”. L’accordo con le OO.SS. non è l’unica novità che riguarda la Stazione Pelli: l’organismo di ricerca ha aderito allo ZDHC Roadmap to Zero Programme, che mira a raggiungere un nuovo standard di prestazioni ambientali nei settori tessile, dell’abbigliamento e delle calzature. La Ssip entra così a far parte degli oltre venti marchi leader che fanno parte del programma, lavorando insieme per guidare il cambiamento dell’intero settore nella gestione chimica sostenibile.