Stefano Sannino, un napoletano a capo dell’Ambasciata italiana a Madrid

608

Stefano Sannino è il nuovo ambasciatore d’Italia a Madrid. Lo rende noto la Farnesina, a seguito del gradimento del governo interessato. Sannino è nato a Portici nel 1959. Si laurea in Scienze politiche nel 1983 all`Università di Napoli ed entra in carriera diplomatica nel 1986 iniziando il suo percorso professionale presso la segreteria generale della Farnesina. L`anno successivo presta servizio al ministero del Commercio con l`Estero e nel 1990 si trasferisce alla Rappresentanza permanente d`Italia presso la C.E.E. di Bruxelles. Nel 1993 è destinato a Belgrado in qualità di primo segretario commerciale. Dopo la nomina a consigliere, nel 1996, torna a Roma dove ricopre il ruolo di capo segreteria del sottosegretario di Stato. Nel 1998 ricopre la funzione di consigliere per gli Affari internazionali presso il ministero del Commercio con l`Estero, dicastero dove, nel 2000, ricopre il ruolo di capo di gabinetto del ministro. L`anno successivo presta servizio presso l`Osce con l`incarico di capo della missione a Belgrado, con titolo e rango di ambasciatore, e nel 2002 torna a Bruxelles dove all`interno della Commissione europea ricopre diversi ruoli: dal 2002 al 2004 lavora presso il gabinetto del presidente della Commissione quale suo consigliere per gli Affari internazionali e rappresentante personale ai vertici dei paesi più industrializzati, mentre per i successivi due anni è direttore per la gestione delle crisi e rappresentante al Cops all`interno della direzione generale relazioni esterne. Di rientro a Roma, nel 2006, è nominato consigliere diplomatico del presidente del Consiglio dei ministri e suo rappresentante personale per i vertici del G8. Nel 2008 anno è di nuovo a Bruxelles in qualità di direttore della direzione “America Latina” (2008-2009) presso la direzione generale relazioni esterne della Commissione europea e infine come direttore generale aggiunto per l`Asia e l`America Latina (2009-2010). Nel 2012 assume l`incarico di direttore generale presso la direzione generale Allargamento della Commissione europea. Nel 2013 assume l`incarico di rappresentante permanente d`Italia presso l`Unione europea a Bruxelles con titolo e rango di ambasciatore. Nel gennaio 2015 è nominato ambasciatore.