Stop al grande caldo: al Nord in arrivo aria fresca e temporali. Da mercoledì temperature al Sud

46
(fonte foto Imagoeconomica)

Cambiamento in vista per il nord: dopo una giornata molto calda, tra stasera e domani una perturbazione porterà temporali e aria un po’ più fresca, mettendo fine all’ondata di calore.Nei prossimi giorni caldo in temporanea attenuazione anche al centro-sud.La settimana inizia con l’ennesima giornata estremamente calda: anche oggi sia in Val Padana che nelle zone interne del Centro-Sud si misureranno ancora temperature massime superiori ai 35 gradi. Nella seconda parte della giornata una perturbazione atlantica raggiungerà le Alpi per poi dar luogo entro domani mattina a una veloce fase temporalesca che interesserà anche parte della pianura padana. Al seguito di questo passaggio perturbato affluirà aria un po’ meno calda che determinerà un’attenuazione dell’ondata di calore, soprattutto sulle regioni settentrionali. Tra martedì e mercoledì un lieve e temporaneo calo termico favorirà anche il Centro e la Sardegna occidentale, qui per effetto di venti di Maestrale. Al Sud invece l’ondata di calore subirà solo una leggera attenuazione. Un’altra perturbazione atlantica associata a nuovi episodi temporaleschi dovrebbe sfiorare il Nord Italia tra la fine di giovedì e venerdì.

Le previsioni per le prossime ore. Al Centro-Sud ancora tempo prevalentemente soleggiato, con solo qualche modesto e temporaneo annuvolamento lungo i rilievi appenninici. Inizialmente soleggiato anche al Nord, ma in giornata l’avvicinamento di una perturbazione atlantica favorirà l’aumento della nuvolosità sul Nord-Ovest e sulle aree montuose. Nel pomeriggio temporali a carattere isolato sulle Alpi e sull’Appennino emiliano. La sera rovesci e temporali sparsi sulla Valle d’Aosta, sul Piemonte centro settentrionale, su Alpi e Prealpi centro orientali, in estensione all’alta pianura piemontese e lombarda. I temporali nella notte successiva si potranno sviluppare anche su alcuni tratti della pianura padana.Continua l’ondata di caldo intenso; temperature stazionarie o in leggero aumento, specialmente al Nord; dopo una notte calda, massime diffusamente superiori ai 35 gradi e con punte prossime ai 40.Venti in generale deboli e a carattere di brezza, con qualche rinforzo di Maestrale nei canali d’Otranto e di Sicilia; dalla sera si intensifica il libeccio sul mar Ligure. Raffiche nelle aree temporalesche. Mari generalmente calmi o poco mossi; localmente mossi basso Adriatico e canale di Sicilia.

Le previsioni per domani. Tra la notte e le prime ore del mattino rovesci e temporali diffusi sul Nord-Est, sulla pianura lombarda e localmente anche sull’Emilia settentrionale. In giornata schiarite sulle pianure del Nord; qualche breve episodio di instabilità sarà di nuovo possibile in Liguria, sull’Appennino settentrionale, su quello marchigiano e abruzzese, sulle aree alpine e prealpine del Nord-Est. Sul resto del Centro-Sud sarà un’altra giornata prevalentemente soleggiata, fatto salvo qualche annuvolamento al mattino lungo il basso Tirreno.Il caldo inizierà ad attenuarsi al Nord: temperature in lieve calo anche al Centro, in Campania e nell’ovest della Sardegna. Altrove valori per lo più stazionari. Venti moderati di Maestrale sul mare di Sardegna. Altrove venti in prevalenza deboli con qualche rinforzo di libeccio sul basso mar Ligure. Mari: mosso il Mare di Sardegna, localmente mossi anche il Ligure ed il canale di Sicilia; per lo più poco mossi i restanti bacini.

Le previsioni per mercoledì. Tra la notte e le prime ore del mattino possibili temporali sulla pianura piemontese, in Liguria e sulla Lombardia occidentale. In giornata sulle regioni settentrionali nuvolosità variabile; tempo prevalentemente soleggiato sulle isole e sulle regioni centro meridionali. Durante il pomeriggio saranno possibili rovesci o temporali isolati sulle Alpi e in prossimità dell’Appennino tosco emiliano. Sporadici temporali di calore su Abruzzo, Molise, Puglia settentrionale, rilievi lucani.Temperature in calo nei valori minimi al Nord; massime in lieve calo su Piemonte, Lombardia settentrionale, regioni del versante adriatico, senza grosse variazioni altrove; al Nord si registreranno temperature più vicine alla norma. Venti per lo più deboli; mari generalmente poco mossi, mosso il mare di Sardegna.