Storia diplomatica: Bedmar, Alfonso de la Cueva y Benavides

30

Bedmar, Alfonso de la Cueva y Benavides fu  Cardinale e diplomatico spagnolo (1572-1655). Ecclesiastico, fu ambasciatore a Venezia di Filippo III, dal 1607 al 1618, quando fu scoperta una macchinazione contro la Repubblica, in cui egli avrebbe avuto complici il duca de Osuna, viceré di Napoli, e P. de Toledo, governatore di Milano. Se non di una vera e propria congiura, il Benavides fu forse responsabile di aver favorito ambigue offerte di prezzolati. Comunque, la Spagna lo allontanò, sotto forma di promozione; inviato a presiedere il Consiglio delle Fiandre, fino al 1622, fu poi nominato cardinale e vescovo di Oviedo.