Strage Bologna, ex Nar Ciavardini: “Io 86esima vittima”

29

Bologna, 9 mag. (AdnKronos) – “Sono l’86esima vittima”. Lo ha detto l’ex Nar Luigi Ciavardini, condannato in via definitiva insieme a Valerio Fioravanti e Francesca Mambro come esecutore della strage alla stazione ferroviaria di Bologna del 2 agosto del 1980, parlando con la parente di una vittima nel corso di una pausa del processo all’ex Nar Gilberto Cavallini per concorso nell’attentato.

“Le posso assicurare che la nostra innocenza è totale”, ha detto Ciavardini. “Strano che le carte processuali, soprattutto quelle della Cassazione dicano diversamente”, gli ha risposto la donna aggiungendo: “Provi a immaginare, si metta nei panni di un genitore, delle 85 vittime e 200 feriti”.

“86 vittime”, ha detto Ciavardini definendosi anche lui una “vittima di questo processo, con tutto rispetto per il resto”. “No, lei rimanga sulle sue posizioni, io sulle mie”, ha ribattuto la donna che ha aggiunto: “Io ho piacere che mi abbia riconosciuto, io ho seguito tutti i giorni il processo dal ’97 al 2007 in aula in via Pratello, lei non c’era perché era in semilibertà, ma io c’ero”. “Non siamo scappati, questo è importante”, ha risposto Ciavardini.