Strangola ex moglie e poi si impicca

9

Palermo, 6 lug. (AdnKronos) – Potrebbe essere stata strangolata con un foulard Maria Carmela Isgrò, la 48enne uccisa dall’ex marito Nicola Siracusa a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina). L’uomo, 56 anni, si è poi tolto la vita impiccandosi. La tragedia si è consumata in via Modica, dove i due corpi senza vita sono stati trovati nel primo pomeriggio.

I due, separati e con una figlia di 10 anni, sembra abitassero nella stessa palazzina di via Modica ma in due appartamenti diversi. In passato la donna avrebbe denunciato l’ex per maltrattamenti. I due corpi senza vita sono stati ritrovati nel primo pomeriggio. Sui fatti indaga la polizia di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina).

I corpi dei due ex coniugi sono stati trovati dalla polizia nel primo pomeriggio. L’omicidio-suicidio dovrebbe essere avvenuto nelle prime ore di oggi e, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, fra l’uno e l’altro sarebbero passate un paio d’ore. “Siamo di fronte a una di quelle tragedie che purtroppo oggi sono sempre più frequenti – ha detto all’Adnkronos il procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto, Emanuele Crescenti – Non abbiamo trovato tracce di sangue e quindi è probabile che la donna sia stata soffocata. Il corpo dell’uomo è invece stato trovato nel garage ed è probabile che, dopo aver ucciso la moglie, Siracusa abbia pianificato come togliersi la vita”.

Ad allertare la polizia è stata la sorella di Maria Carmela preoccupata perché la donna non era andata a prendere la figlia di 10 anni che si trovava dalla zia. La coppia non dava notizie di sé da mercoledì, ma solo oggi è scattato l’allarme. La polizia sta interrogando familiari e vicini per cercare di ricostruire la dinamica di quanto accaduto, tenendo in considerazione il fatto che Siracusa era stato denunciato dalla moglie per maltrattamenti. L’ultima udienza del processo a suo carico si era svolta a marzo e la prossima sarebbe stata a settembre.