Street art e inclusione sociale, Jorit incontra gli studenti del Giordani-Striano

43

Cerimonia conclusiva anche all’istituto tecnico Giordani-Striano di Napoli guidato da Elena De Gregorio per il progetto di Street art per l’inclusione sociale “Right between the eyes – Guardare l’impegno scolastico con altri occhi” promosso dalla Fondazione Jorit nell’ambito della misura Scuola Viva 4 della Regione Campania.

L’iniziativa, varata nel 2020, ha visto circa 20 studenti impegnati nell’apprendimento laboratoriale delle tecniche espressive della Street Art con la realizzazione di numerose tele ed un murales interno all’edificio scolastico raffigurante il volto del celebre chimico Francesco Giordani.

Gli studenti, guidati dalla professoressa Tiziana Barilà, referente d’Istituto per il progetto, e lo street artist della Fondazione JoritCorrado Teso, sono stati organizzati in specifici gruppi di lavoro su setting di apprendimento cooperativo, di integrazione e socializzazione che hanno consentito ad ogni partecipante la possibilità di diventare protagonista di un nuovo percorso espressivo, di un nuovo modo di fare scuola collaborando con i compagni e gli educatori coinvolti.

“Parliamo di un’esperienza formativa forte – ha spiegato la dirigente scolastica De Gregorio –, davvero molto intensa. Sono molto soddisfatta, i nostri ragazzi sono rimasti a dir poco entusiasti. Scoprire nuove potenzialità in un ambiente a forte valenza inclusiva è stata per loro un’opportunità di forte crescita culturale e sociale”.

L’appuntamento è dunque per lunedì mattina nell’aula Nitti dell’istituto di via Caravaggio e vedrà la presenza, tra gli altri, di Jorit, dell’assessore regionale all’istruzione Lucia Fortini, e di Manuela Capezio, referente del progetto per la Regione Campania.