Street art, Jorit arrestato in Israele per un murales: accusato di danneggiamento

26

Lo street artist italiano Jorit Agoch è sospettato – assieme ad un altro cittadino italiano e ad un palestinese – di aver “danneggiato ed imbrattato la Barriera di difesa nella zona di Betlemme”. Lo ha reso noto un portavoce della polizia israeliana. I tre sono stati arrestati ieri, ha aggiunto, “mentre avevano il volto coperto e disegnavano illegalmente sul muro. Quando agenti della Guardia di frontiera hanno agito per fermarli, hanno tentato la fuga con un veicolo che è stato bloccato dai militari”.
I tre, ha aggiunto il portavoce, saranno adesso sottoposti ad un’inchiesta della Guardia di frontiera. “Riteniamo molto grave – ha precisato – ogni tentativo di danneggiare e di deturpare la Barriera, sia che si tratti di disegni sia che si tratti di danni fisici concreti. Agiremo per quanto sarà necessario per l’arresto dei trasgressori e per la piena applicazione della legge nei loro confronti”.
In termini generali il portavoce ha aggiunto che la Barriera è un ostacolo fisico importante “per impedire l’ingresso in Israele di elementi ostili”. Fra i loro incarichi gli agenti della Guardia di frontiera hanno anche quello di proteggerne la integrità.
Nei giorni scorsi, secondo quanto riferito da Jorit Agoch, l’artista aveva completato sul muro un grande murale in omaggio della attivista palestinese Ahed Tamimi che oggi ha riacquistato la libertà dopo otto mesi di detenzione in Israele.