Stromboli nel fango, i rifiuti della discarica sulla Spiaggia Lunga. A decine costretti a lasciare le case

308

Sacchi, vestiti, plastica, materassi e rifiuti di ogni tipo. E’ emergenza sulla Spiaggia Lunga di Stromboli dove il nubifragio di questa notte ha riversato a pochi passi dal mare i rifiuti che si trovavano nella vecchia discarica. Dalla montagna, trasportati dalla pioggia incessante, sono scesi fiumi di fango e detriti che hanno invaso le stradine dell’isola e le case. Una cinquantina le persone costrette a lasciare le loro abitazioni, mentre volontari, abitanti, vigili del fuoco, carabinieri e protezione civile sono a lavoro da ore, con l’ausilio di bobcat.

L’accusa dell’ex sindaco: Disastro causato dall’incendio
“Sono proprio ora in viaggio per Stromboli, dove tra l’altro vive la mia famiglia e assisto ad un ulteriore dramma, che purtroppo si abbatte su questa isola in un momento fondamentale per la sua economia”: Marco Giorgianni, per dieci anni sindaco di Lipari, commenta a caldo la nuova emergenza nell’arcipelago eoliano che la scorsa notte a causa di un forte nubifragio ha causato una nuova emergenza, seminando paura tra abitanti e turisti. Strade invase dal fango e paralizzate tra terra, acqua e detriti che hanno bloccato e coperto barche, auto, scooter, vicoli fino a dentro alcune abitazioni: “Sono – dice – immagini preoccupanti che ricordano la necessita’ di immediati e importanti azioni di messa in sicurezza del territorio, in primis attraverso piantumazioni di alberi”. “Oggi si comprende ancor di piu’ perche’ parlavamo di disastro causato dall’incendio – continua Giorgianni – che colpi’ Stromboli durante gli ultimi giorni del mio incarico da primo cittadino. E’ superfluo dire che servono gli interventi urgenti e indispensabili gia’ richiesti e sollecitati in quei giorni. Come in quell’evento e come sempre, sono gli strombolani a reagire immediatamente e rimboccarsi le mani; grande plauso e vicinanza a tutti i miei concittadini”.

Le immagini della devastazione