Studenti campani sul podio della finanza internazionale

62

Tre studenti campani, del dipartimento di economia della Federico II di Napoli, conquistano il secondo posto alla gara internazionale di Risk Management, organizzata a Londra a fine gennaio dal PRMIA, l’organizzazione dei professionisti del settore finanziario.

Si chiamano Chiara Grosso, Fabio Casano e Fabrizio Giasi. Sono tutti studenti del secondo anno del corso in Finanza dell’ateneo napoletano. Dalla Federico II hanno partecipato ben due squadre, “Pupkin Risk Team” era il nome della loro. Sette in tutto i team partecipanti, per la maggior parte composti da studenti inglesi, si sono sfidati al Regional London RMC.

E’ motivo d’orgoglio aver partecipato ad una gara di rilevanza internazionale” dichiara Chiara Grosso, la studentessa del gruppo, “non solo per il risultato raggiunto, ma soprattutto perchè abbiamo avuto modo di confrontarci con professionisti del settore e realtà straniere”.

Gli studenti hanno dovuto elaborare un executive summary sulla gestione del rischio di cambio della società EADS. L’elaborato dei federiciani, sulla strategia di gestione, è stato analizzato da una giuria di quattro esperti, che ha ampiamente apprezzato il lavoro, consegnando loro una medaglia d’argento.

I ragazzi sono stati supportati dalla professoressa Rosa Cocozza, coordinatrice del corso di laurea. “Abbiamo potuto vivere in un contesto pratico quanto studiato nella teoria dei testi”, continua Chiara, “specialmente per gli esami di Gestione e Controllo dei rischi nell’intermediazione finanziaria e Progettazione e Analisi dei prodotti finanziari. Un grande ringraziamento lo dobbiamo proprio all’università e alla Professoressa Cocuzza, che ci hanno educato al problem solving e al pensare risolutivo”.

La competizione era aperta a laureati e a studenti delle Università del Canada, degli Stati Uniti e dell’Unione Europea. L’edizione 2016 ha visto complessivamente coinvolte 120 squadre, con oltre 440 concorrenti provenienti da 45 università. Le varie sfide regionali si sono sostenute a Londra, Chicago, New York, Vancouver, Montreal, Toronto, in Russia e in Irlanda. La squadra vincitrice di ogni sfida regionale avrà l’opportunità di partecipare al challenge internazionale di Chicago, dove in palio ci sono fino a 10mila dollari.

La Professional Risk Managers’ InternationalAssociation (PRMIA) è una associazione no-profit che ha lo scopo di promuovere norme e pratiche di gestione dei rischi finanziari a livello globale, sviluppare le capacità analitiche e decisionali dei futuri leader, identificare i migliori talenti tra i concorrenti per potenziali opportunità di lavoro e creare networking, dimostrando l’importanza di competenze hard e soft.

www.prmia.org/prmia-risk-management-challenge

Michele Vitiello