Studiare all’estero gratis, ecco il concorso

29

Roma, 23 gen. (AdnKronos) – Un soggiorno di studio all’estero durante i mesi estivi gratis, o quasi. E’ quanto offre il nuovo bando di concorso bandito dall’Inps, in scadenza il prossimo 2 marzo, che prevede l’assegnazione di contributi per trascorrere un periodo di studio fuori dai confini nazionali durante la stagione estiva 2018. “Il soggiorno è previsto in Paesi europei ed extra europei, presso college e campus stranieri o presso famiglie ospitanti, ed è finalizzato allo studio della lingua ufficiale del paese di destinazione del viaggio”, spiega l’Inps, riconoscendo “un contributo a totale o parziale copertura del costo di un unico pacchetto riferito ad un soggiorno studio estivo all’estero nel periodo indicato (giugno-agosto 2018)”. Vediamo, di seguito, tutte le informazioni utili per candidarsi.

A CHI E’ RIVOLTO – Il bando è rivolto ai figli, agli orfani ed equiparati di: dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali; pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici; iscritti alla Gestione Fondo IPOST. Nello specifico, possono partecipare al concorso gli studenti che frequentino, all’atto di presentazione della domanda, una scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore) e non abbiano compiuto 23 anni.

NUMERI DA RICORDARE – E’ possibile presentare la domanda per partecipare al concorso dalle 12 del 1° febbraio sino alle 12 del 2 marzo 2018. In totale l’Inps riconosce n.23.430 contributi, suddivisi in relazione alla scuola frequentata e alla Gestione di appartenenza del titolare del diritto. Fermo restando l’importo massimo concedibile, ovvero 2mila euro, il valore del contributo erogabile in favore del relativo beneficiario è determinato in misura percentuale sull’importo più basso tra il contributo massimo erogabile e il costo del pacchetto, in relazione al valore Isee del nucleo familiare di appartenenza.

“Per i vincitori – spiega l’Inps – entro il 15 giugno 2018, l’Istituto disporrà nei confronti del soggetto fornitore ed organizzatore del servizio il pagamento di un acconto, pari al 50% dell’importo del contributo”. Alla conclusione del soggiorno invece, il richiedente dovrà caricare la documentazione necessaria entro il 5 settembre 2018. A seguito della corretta acquisizione in procedura di tale documentazione, l’Inps erogherà il restante 50% entro il 31 ottobre 2018.

COME FARE DOMANDA – La domanda deve essere presentata dal soggetto richiedente la prestazione esclusivamente e a pena di irricevibilità, per via telematica, accedendo dalla home page del sito internet istituzionale www.inps.it, inserendo nella sezione Cerca le parole: “Estate INPSieme” e consultando la sezione ‘Domanda’. Selezionando il tasto “Accedi” dopo l’inserimento di codice fiscale e pin sarà visualizzato il modulo da compilare, in cui compaiono già i dati identificativi del soggetto richiedente.

Nella domanda dovranno necessariamente essere inseriti 10 recapiti telefonici mobili e di posta elettronica (email) al fine di consentire e agevolare le comunicazioni da parte dell’Istituto. Inoltre, “il richiedente la prestazione – spiega l’Inps – all’atto della presentazione della domanda, può presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’Isee ordinaria o Isee minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi, qualora ne ricorrano le condizioni ai sensi delle vigenti disposizioni”.