Studio Alis-Srm-Svimez, Deandreis: Merci movimentate nei porti, +3,3% nel primo trimestre 2021

44
in foto Massimo Denadreis durante il uso intervento

“Il mondo del trasporto sta andando verso la costituzione di blocchi regionali e il Mediterraneo è uno di questi. L’Italia è prima in Europa per quantità di merci movimentate. La pandemia ha visto calare del 9,9%, nel 2020, la quantità di merci movimentate nei porti italiani mentre nel I trimestre 2021 c’è stata una ripresa, nello specifico del più 3,3%”. Massimo Deandreis, direttore di Srm snocciola i dati dello studio condotto da Alis con Srm e Svimez sugli effetti della pandemia nel corso della seconda giornata della convention all’Hilton Palace di Sorrento. “Le navi ro-ro – spiega Deandreis – giocano un ruolo fondamentale nell’ambito della sostenibilità perché per ogni tonnellata di merci trasportata via mare si eliminano 44 chili di emissioni di CO2. Lo spostamento delle merci su ferro elimina 29 chili di CO2 per ogni tonnellata. In totale, tra ferro e mare, in Europa sono stati abbattute emissioni per un totale di 4,4 milioni di tonnellate, 3,4 milioni solo in Italia”.