Studio Militerni e Associati vince al Consiglio di Stato contro il Comune di Cosenza

65
In foto Innocenzo Militerni

Lo studio Militerni e Associati, con un team formato dal name partner Innocenzo Militerni coadiuvato da Alberto Salmaso, ha assistito dinanzi al Consiglio di Stato due funzionari che avevano partecipato ad un concorso per l’assunzione a tempo indeterminato come dirigenti tecnici del Comune di Cosenza, collocandosi in graduatoria inposizione utile per l’assunzione, ma il sindaco aveva revocato il concorso per presunte illegittimità nella procedura. I giudici di Palazzo Spada, accogliendo le tesi difensive, hanno ritenuto illegittima la revoca del concorso, in quanto fondata su motivazioni non univoche ed in parziale contraddizione con l’operato del Comune, sia prima che dopo la revoca del concorso, ribaltando la sentenza del Tar Calabria oggetto di appello. L’Amministrazione Comunale è stata, pertanto, condannata ad eseguire la sentenza riprendendo l’iter amministrativo del concorso approvando la graduatoria originariamente revocata e disponendo l’immissione in ruolo dei vincitori sulla base dei posti dirigenziali attualmente disponibili in organico.