Stupore generale, ma falso, per la lite in tv tra due che vengono definiti persone di grande cultura

Era meglio non studiare né coltivarsi perché, almeno, l’ignoranza avrebbe giustificato la volgarità. È correa e  maggiore responsabile la cattiva educazione. Forse anche il carattere prepotente. Vogliono avere sempre ragione.  Professionisti dei talk show, sanno che certi spettacoli vivono di litigi e insulti. Seppure a causa dell’artrite stiano  ormai in piedi a fatica, debbono provocare continue polemiche per rendere gli scontri più interessanti. Rischiano,  se no, di non essere più invitati. Gli spettatori non li apprezzano più. Anche gli autori sono invecchiati da tempo.

C’è sempre crisi, recessione, problemi ovunque. Ma quando si tratta di armamenti i soldi spuntano come i funghi
È il miracolo della guerra che fa apparire il denaro quando c’è da comprare armi. Il Congresso USA sta per votare  una legge con cui saranno destinati 33 miliardi di dollari per ordigni da inviare a sostegno della resistenza ucraina.  Ma non ci sono soldi per l’assistenza sanitaria della povera gente. Dopo gli F35 di cui non si capisce l’utilità, l’Italia  destina il 2% del PIL per rinnovare l’arsenale di difesa. Però, non c’è più denaro per il super bonus 110%. Persino nei  paesi più miseri se si tratta di acquistare armi sii trovano subito quattrini. Difficile trovarne per chi ne ha bisogno.

Gli italiani non hanno la buona abitudine di informarsi, infatti, la tiratura dei giornali diminuisce continuamente
Ormai gli articoli – persino quelli dei grandi quotidiani e dei giornalisti più quotati – sono infarciti di neologismi che  purtroppo sono entrati a far parte del linguaggio comune come smog, fashion, rock, marketing, light di cui però  esiste una buona forma italiana. Adesso si dilaga addirittura in termini incomprensibili come fee speech, workshop,  woke, abstract, inclusive, per i quali molti lettori debbono ricorrere all’uso del dizionario. Stiamo pure storpiando e  impoverendo la nostra bella e ricca lingua che viene apprezzata in tutto il mondo. Dovremmo studiarla anche noi.

Con Egidio se ne vanno i bei ricordi della nostra infanzia, che solo con lui potevamo rivivere. Ora siamo più soli
Se n’è andata anche una parte di noi. Ci è rimasto l’orgoglio per la strada percorsa assieme. Marsala gli tributerà gli  onori che merita per la luce che col suo successo ha portato sulla città. La carriera politica è stata brillante quanto  la professione fatta di sacrifici e rinunce, affrontati sin da giovanissimo. Quando a 14-15 anni, andavamo in gruppo  il sabato pomeriggio al cinema o a ballare, lui preferiva trascorrerlo al partito per imparare a fare politica. Perché –  ci chiedevamo – annoiarsi con gli adulti anziché divertirsi? L’abbiamo capito dopo vedendolo crescere più di noialtri.

L’UE non può espellere un paese che non è più democratico né l’ONU condannare chi commette crimini di guerra
Bruxelles approva i provvedimenti solo all’unanimità. L’ONU non può intervenire quando uno dei 5 paesi che ne ha diritto, perché vincitore nella Seconda guerra mondiale, mette il veto e blocca le iniziative. Regole scritte da uomini  di altri tempi, che non potevano prevedere la deriva culturale e morale che la società avrebbe preso. Si poteva mai  prevedere che un paese uscito dal comunismo sovietico rinunciasse a libertà e democrazia per sottoporsi a un’altra  dittatura? Meglio affrettarsi e riscrivere quelle regole prima di non averne più il tempo. Ora ci sono le armi nucleari.

La Corte Costituzionale dovrebbe essere la garanzia di giustizia, diritti e democrazia. Invece, è il solito carrozzone
Non sembra un’istituzione di garanzia. Se no, correggerebbe le tante leggi sbagliate che sono sotto gli occhi di tutti,  tranne di quei giudici – 7 anni sono un periodo troppo lungo – che sono nominati dalla politica. Se così non fosse a  qualcuno sarebbe venuto in mente che la tassazione cui le pensioni sono sottoposte non è affatto equa. Anzi, è una  appropriazione indebita. Infatti, non si tratta di reddito percepito, ma di restituzione da parte dello stato di denaro  versato durante un’intera vita di lavoro. Come mai la Corte non si pronuncia su questa grave e continua ingiustizia?

Abolire le bocciature è la formula magica per avere la maggioranza. Queste le iniziative di cui l’Italia necessita
Basta promettere che a scuola tutti saranno promossi a giugno per vincere le elezioni. Altro che pensionamento a  60 anni o abolizione delle tasse per i redditi più alti. Per incrementare l’ignoranza degli italiani non si dovranno più  accusare di ingiustizia gli insegnanti né i genitori andare a rompergli la faccia. Ebbe analoga iniziativa col 6 politico il  PCI. Infatti, in un’elezione europea riuscirono a superare la DC. Però furono sfortunati perché proprio sul più bello  cadde il Muro di Berlino. I corrotti sono gelosi. A loro nulla? Saranno accontentati limitando il potere delle procure.